Day 1 Test Barcellona: Hamilton davanti, Vettel e Massa oltre i 100 giri

Dopo una mattinata all’insegna del “duello” Vettel-Bottas e dei problemi nelle case Red Bull e McLaren, nel pomeriggio Lewis Hamilton è sceso in pista e ha chiuso la prima giornata di test in testa con il miglior tempo di 1:21.765 firmato con gomme Soft e un totale di 73 giri accumulati, che insieme ai 79 fatti da Bottas nella mattinata fanno 152 giri per la W08 EQ Power, rendendola la macchina con più giri accumulati in griglia. Dietro il 3 volte campione del mondo c’è Sebastian Vettel che con la sua Ferrari SF70-H ha fatto 1:21.878 con gomme Hard ed è stato il pilota con più giri in pista, con ben 129 tornate. Un ottimo modo per cominciare al meglio la preparazione verso la prima gara stagionale a Melbourne.

Anche Felipe Massa è riuscito a superare la soglia delle 100 tornate: con i suoi 103 giri a bordo della Williams FW40 si porta in terza posizione con il suo miglior crono di 1:22.076 con gomme soft. 4° posto per la Haas VF-17 con Kevin Magnussen(1:22.894 con soft e 51 giri), a seguire la Red Bull RB13 con Daniel Ricciardo(1:22.926 con soft e 50 giri). Sesta la Mercedes di Bottas che è scesa in mattinata, poi Perez con la Force India VJM10(1:23.709 con soft e 39 giri) e la Toro Rosso di Carlos Sainz che con la STR12 ha fatto 1:24.494 con le medie e 52 giri. Nono tempo per la Renault RS17 di Nico Hulkenberg con 57 giri e il suo crono di 1:24.784 con le medie, al 10° posto Fernando Alonso con la Mclaren-Honda MCL32(1:24.852 con soft e 29 giri). A chiudere la Sauber C36 di Marcus Ericsson con 73 tornate e un 1:26.841 con gomme hard.

Parlando del team svizzero è trepidante l’attesa per il nostro Antonio Giovinazzi di cui oggi abbiamo visto le sue prime foto nel box delle Sauber mentre guardava Ericsson in azione. Domani potrebbe essere lui a fare il debutto sulla nuova C36 allo scopo di continuare il programma di sviluppo delle monoposto. Per correre a Melbourne invece è ancora una cosa incertissima: seppur non del tutto recuperato, Pascal Wehrlein sta facendo progressi dal suo infortunio e in settimana sosterrà delle visite mediche. Se verrà dato l’ok entro fine settimana, il tedesco rientrerà in pista per la seconda sessione di test. Comunque sia l’esito, Pascal sarà a Barcellona per seguire comunque i progressi della sua nuova vettura.