F1 Pagelle Gran Premio Russia: Bottas diventa Iceman, Vettel aggressivo, Hamilton spento

    • Valtteri Bottas 10: Che gara per il finlandese della Mercedes! Già Sochi era un tracciato in cui lui era sempre andato bene, ma in questa gara ha fatto tutto alla perfezione. Svernicia le 2 Ferrari in partenza, martella nei primi giri e nella seconda parte di gara gestisce su Seb nonostante un bloccaggio gomme e dei doppiati che potevano cambiare l’esito della gara. Iceman.
    • Sebastian Vettel 9: Tutti la vedono come un’occasione persa da parte della Ferrari e specialmente dal parte del tedesco. Sarà vero, ma non possiamo non sottolineare la comunque buona prova di Seb in Russia. Seppur parta un po’ in sordina, riesce dalla parte centrale ad avere degli ottimi tempi e, anche grazie a una strategia aggressiva sul primo stint, riesce a riavvicinarsi a Valtteri senza però riuscire a sorpassarlo. Un 2° posto che vale oro, visto anche il piazzamento del suo rivale Lewis.
    • Kimi Raikkonen 8.5: Storicamente non faceva mai delle partenze esaltanti e infatti in Russia non ha avuto un ottimo stacco, ma è riuscito a tenersi la posizione da podio e da lì in poi non l’ha più mollata. Vero che un Hamilton così spento non lo vedevamo da tanto tempo, ma Kimi fa a livelli di tempi la sua migliore gara stagionale seppur non riesca ancora ad avvicinarsi a quanto il suo compagno stia facendo al momento. Mezzo voto in più per il giro veloce.

    • Lewis Hamilton 4: Come la sua posizione in qualifica e gara. Alcuni di voi mi reputeranno troppo severo, ma lui ha deluso molto le mie aspettative. Mai veramente in palla, paga dazio dalle Ferrari e dal suo compagno sia in qualifica che in gara. E lui ritornerà in Europa tra i tanti dubbi sulla competività non solo delle Ferrari, ma anche del suo comagno di squadra. Hamilt-off.
    • Max Verstappen 7: Niente da notare in questa gara, se non l’ottima partenza in cui ha sorpassato prima Massa e poi il suo sfortunato compagno di squadra Daniel Ricciardo(S.V.). Poi è stato bravo a mettersi fuori portata dagli altri team, ma il distacco che la sua Red Bull ha preso dal duo Mercedes-Ferrari è qualcosa di sconfortante. Attendiamo serie risposte a Barcellona. Sick Bull.
    • Force India 9: La miglior gara della stagione per il team indiano. Qualifiche con entrambe le macchine in Q3, in gara le 2 pantere rose fanno una gara fantastica grazie anche ad una strategia impeccabile, che alla fine porterà Sergio Perez 6° ed Esteban Ocon 7°. Feel the Force.

  • Nico Hulkenberg 7: Erano già noti i problemi della Renault sulla gestione della gara, ma il tedesco riesce a metterci su una grande pezza riuscendo a fare 30 giri e oltre con le UltraSoft e finendo così in zona punti per la seconda volta consecutiva. UltraHulk.
  • Felipe Massa 5.5: Penalizzato sicuramente dalla strategia a 2 soste, il brasiliano non riesce però a ripetere le buone prestazioni delle scorse gare. Su una pista in cui la Williams aveva storicamente fatto buoni risultati, questo 9° posto non può bastare.
  • Carlos Sainz 6.5: Il week-end era già cominciato con la penalità di 3 posizioni in griglia per l’incidente in Bahrain con Lance Stroll(voto 5 per questa gara), ma lo spagnolo della Toro Rosso non s’è perso d’animo e, grazie a una buona partenza e una buona strategia riesce a rimettere la sua monoposto in zona punti.
  • McLaren-Honda NC: Non classificato, come i 4 DNF su 4 gare di Fernando Alonso. Anzi, in una potremmo mettere DNS(Did Not Started). Un disastro. Siamo stancati di dirlo, ma la PU giapponese fa acqua da tutte le parti. Manca di potenza e manca di affidabilità. Le ironie(in macchina e sui social) di Fernando Alonso devono far seriamente riflettere. BaraHonda.