FP3 Monaco: Vettel e Ferrari irraggiungibili

Non sono ancora le qualifiche, vero. Ma i tempi abbassano e le forze si scoprono nel Principato di Monaco. A far paura è la Ferrari che piazza Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen nella prima fila virtuale. Ad essere in gran forma è  soprattutto il tedesco che con la sua SF70-H ha fatto il giro record della pista con 1:12.395, dimostrandosi soddisfatto dell’attuale assetto della sua macchina. Il finlandese invece non è del tutto convinto del suo setup. Nonostante tutto è comunque riuscito a portarsi a 3-4 decimi dal suo compagno di squadra in seconda posizione.

Dietro le 2 rosse di Maranello si assesta la Mercedes di Valtteri Bottas che recupera posizioni dopo la difficile FP2 di giovedì, rimanendo però a 4 decimi da Sebastian. Meglio non va a Lewis Hamilton che causa un comportamento nervoso sulla sua monoposto non riesce ad andare oltre il 5° posto. In mezzo la Red Bull con un ottimo Max Verstappen, mentre Daniel Ricciardo(6°) si è fermato alla fine della sessione per un problema al suo impianto frenante. Settima e ottava posizione per le 2 Toro Rosso di Carlos Sainz e Daniil Kvyat, poi la Haas di Kevin Magnussen in nona, Stoffel Vandoorne chiude con la McLaren-Honda la Top 10.

L’altra MCL32 di Jenson Button ha fatto il 12° tempo, ma il britannico dovrà far i conti con una penalità di 15 posizioni(cambi alla PU Honda) che lo costringerà a partire dal fondo della griglia per la gara di domenica. Esteban Ocon si è reso protagonista di un incidente con la sua Force India alle curve delle Piscine, con il pilota francese che ha toccato con la ruota anteriore destra il guardrail, andando a rompere il braccio sterzante per poi finire senza controllo contro le barriere(dinamica molto simile a quella di Max Verstappen nelle qualifiche dell’anno scorso).