Hamilton Re della Cina davanti ad un ottimo Vettel, che rimonta Max!

Alla faccia dello poco spettacolo e dei pochi sorpassi! Oggi Shanghai ci ha dimostrato che le nuove macchine sono veramente molto veloci e spettacolari e che forse vedremo meno sorpassi, vero, ma saranno delle manovre di assoluta qualità! Inoltre la pioggia è cessata a circa 30 minuti prima dell’inizio della gara, ma con la pista a tratti bagnata che ha costretto i piloti a partire con le Intermedie per poi sostituirle subito dopo pochi giri.

Ritorna(forse era sempre rimasta) al top la Mercedes con Lewis Hamilton che dopo il passo falso di Melbourne va a dominare il Gran Premio di Cina grazie anche alle Safety Car che hanno permesso al brittanico di passare dalle intermedie alle slick senza perdere la testa. Pareggiati i conti dunque con Sebastian Vettel che finisce al secondo posto dopo un avvio sfortunato in cui dopo la sosta era sesto, dietro le 2 Red Bull. Il tedesco però si è fatto forza e ha ricostruito la sua gara a forza di grandi sorpassi(di cui un emozionante testa a testa con Ricciardo) e ha fatto capire che la Ferrari SF70H è forte in tutte le condizioni.

Primo podio per la Red Bull con un fenomenale Max Verstappen(Driver of the Day) che dal 16° posto in griglia compie una rimonta incredibile(soprattutto in partenza dove solo al primo giro guadagna 9-10 posizioni) e che fa divertire gli spettatori dopo un duello sul filo del rasoio contro il suo compagno di squadra Daniel Ricciardo(4°). Quinta posizione per il ferrarista Kimi Raikkonen che è rimasto un pò troppo in ombra rispetto ai suoi standard, ma che sta comunque davanti ad un Valterri Bottas che può recriminare per un testacoda durante la Safety Car, un errore troppo grave per un pilota della Mercedes.

Settima posizione per un ottimo Carlos Sainz che era stato l’unico a partire con le gomme slick, ottavo posto e primi 4 punti della stagione per Kevin Magnussen e la Haas. Chiudono la zona punti le 2 Force India con Sergio Perez ancora davanti a Esteban Ocon. 11° Romain Grosjean in rimonta, poi le 2 Renault in sordina di Nico Hulkenberg e Jolyon Palmer, 14° una Williams incolore con un Felipe Massa che ha fatto fatica dall’inizio alla fine. Marcus Ericsson chiude come l’ultimo dei classificati, in quindicesima posizione.

Problemi meccanici e ritiro per Danill Kvyat e le 2 McLaren-Honda di Fernando Alonso e Stoffel Vandoorne, con lo spagnolo che stava facendo una gara straordinaria, portando la sua monoposto in zona punti. Fuori nelle prime fasi i volti nuovi: Lance Stroll coinvolto in un incidente al primo giro con Perez e Antonio Giovinazzi che è andato a sbattere al 4° giro contro il muro del rettilineo principale causa pista umida.

Classifica piloti che ora vede Sebastian Vettel e Lewis Hamilton comandare a pari merito con 43 punti a testa, mentre Max Verstappen sale in terza posizione con 25 punti, davanti a Valterri Bottas(23 punti) e Kimi Raikkonen(22 punti). Nella costruttori invece la Mercedes riprende il comando con 66 punti, con la Ferrari che è dietra di 1 punto soltanto. Red Bull che si conferma terza forza del mondiale con 37 punti.

E ora tutti gli occhi puntati a Sakhir dove la F1 ritornerà tra soli pochi giorni per il Gran Premio del Bahrain. Lì avremo un week-end normale e vedremo finalmente se Mercedes e Ferrari saranno allo stesso livello dopo 2 gran premi particolari.