Hamilton ricomincia a dominare nel venerdì australiano, Vettel insegue

Motori accesi e prime 2 sessioni di prove libere completate ad Albert Park, Melbourne. Per alcuni team è servito a verificare le proprie perfomance, per altri a recuperare i ritardi nei test, ma non si può dire che i tifosi non si siano emozionati nel vedere i nuovi bolidi sfrecciare sul tracciato australiano. Prendiamo sempre i dati con le pinze visto che sono comunque le primissime libere della stagione, ma la Formula 1 sembra riprendere dal finale dello scorso anno:

Nella FP1 è un 1-2 Mercedes(uniche con UltraSoft) con Lewis Hamilton che ha fatto il crono di 1:24.220, dando ben 6 decimi al suo nuovo compagno di squadra Valterri Bottas. Buon avvio per la Red Bull che piazza l’idolo locale Daniel Ricciardo in terza posizione dietro di quasi un decimo al finlandese, 4° posto per Max Verstappen più lontano dal suo compagno di squadra e a 1 secondo da Lewis. Ferrari che finisce le prime libere al 5° e 6° posto con Kimi Raikkonen e Sebastian Vettel, con il tedesco che ha avuto problemi al DRS(non si apriva). Settimo posto per la Williams di Felipe Massa a 1 secondo e 9 dalla vetta, poi la Haas di Romain Grosjean, la Renault di Nico Hulkenberg e la Force India di Sergio Perez a chiudere la Top 10. Lavori in corsi per la McLaren-Honda con i sensori come nei test e che chiude con Fernando Alonso 14° e Stoffel Vandoorne 20°.

Nelle FP2 è sempre Lewis Hamilton a confermarsi leader indiscusso con il tempo di 1:23.620 e una simulazione di passo gara mostruoso, ma una Ferrari riesce ad infilarsi in mezzo alle 2 Freccie d’Argento ed è quella di Sebastian Vettel che seppur paghi mezzo secondo sul brittanico riesce a stare davanti all’altra Mercedes di Valterri Bottas di 9 millesimi. Sul passo gara sembra però che il finlandese sia più veloce del tedesco, però quest’ultimo non era ancora soddisfatto a pieno del bilanciamento e preferisce aspettare domani per vedere i primi veri dati indicativi. Più lontani l’altra Ferrari di Kimi Raikkonen e la Red Bull di Daniel Ricciardo con rispettivamente 9 decimi e 1 secondo di distacco dal primo tempo. In difficoltà Max Verstappen che chiude 6° e causa un fuoripista danneggia il fondo, impedendogli così di fare la simulazione passo gara. Settima e decima posizione per le 2 Toro Rosso di Carlos Sainz e Danill Kvyat, all’8° posto la Haas di Romain Grosjean e 9° posto per Nico Hulkenberg e la Renault. Team francese a 2 facce, visto che Jolyon Palmer ha fatto solo i primi 20 minuti di sessione poi è andato a muro all’ultima curva causando una bandiera rossa di circa 10 minuti. Per l’inglese non è di certo il miglior modo di cominciare. Fermato anche Marcus Ericsson(15°) che a 5 minuti dalla fine esce di pista in curva 6 e si ferma nella ghiaia e Felipe Massa(14°) che per un problema meccanico deve fermare la sua Williams.

Domani alle 7 vedremo le vetture andare più di potenza per le qualifiche che decideranno chi sarà il primo poleman della stagione e che ci dirà un pò di più su questa stagione! Inutile dire che Lewis sia il favorito, però mai dire mai.