Hamilton e Senna: 65 pole, ma alcune differenze statitstiche!

Lewis Hamilton, nel sabato del GP del Canada, è riuscito ad eguagliare il numero di pole position di Ayrton Senna. Tra i due, però, ci sono alcune differenze statistiche che andiamo a vedere di seguito.

Percentuale di pole position

Ayrton Senna e Lewis Hamilton hanno preso parte a ben 11 campionati mondiali di Formula 1. Se la carriera del brasiliano è finita tragicamente ad Imola nel 1994, quella del britannico sembra invece destinata a durare ancora per qualche stagione.

Come già detto, 11 stagioni a testa per i due piloti, con Hamilton che ha preso il via a 195 eventi, mentre Senna ha preso il via solo a 162 Gran Premi.

Considerando che i calendari dell’ “epoca” Senna erano molto corti, e considerando che non ha completato una stagione (quella 1994), il fatto che i due piloti abbiano conquistato lo stesso numero di pole position fa pendere questa bilancia della “percentuale” a favore di Senna, che ha il 40% di pole position conquistate contro il 33% di pole position conquistate da Hamilton.

Numero di pole position per team

Ayrton Senna ha esordito in Formula 1 nel 1984 al volante delle Toleman TG183B e poi TG184.
Per la prima pole position del brasiliano, però, si è dovuto attendere il Gran Premio del Portogallo dell’anno successivo, quando Ayrton passò alla Lotus.
Senna ha conquistato 16 pole position al volante della Lotus, in cui ha corso dal 1985 al 1987, 46 al volante della McLaren, scuderia per cui ha difeso i colori dal 1988 al 1993, e, infine, 3 al volante della Willams, scuderia per cui ha iniziato a correre nel 1994, anno in cui, purtroppo, Ayrton perse la vita in quel tragico incidente di Imola.
Per lui, la prima pole position è arrivata al diciassettesimo weekend di gara in Formula 1.

Lewis Hamilton, invece, ha esordito in Formula 1 nel 2007, conquistando la sua prima pole position già nel suo anno di esordio, precisamente al GP del Canada, Gran Premio che è stata anche la sua prima gara vinta in carriera proprio nel 2007.
Per lui le pole position conquistate al volante della McLaren sono 26.
Le restanti 39, invece, Hamilton le ha conquistate al volante della Mercedes, in cui è passato nel 2013. Per lui, al volante della Mercedes, anche due titoli mondiali conquistati.
La prima pole position dell’inglese, è arrivata al sesto weekend di gara in Formula 1.

Stagione con il maggior numero di pole position

Il brasiliano ha ottenuto il suo record di pole position stagionali nel 1988 ed è riuscito ad eguagliarlo nella stagione successiva.
Per lui, il maggior numero partenze al palo in una stagione, è uguale a 13.
Questo record è stato ottenuto al volante della McLaren-Honda.

Giusto una in meno per Lewis Hamilton, che ha come record personale 12 pole position in una stagione. L’inglese ha ottenuto questo record nel 2016 al volante della Mercedes.

Maggior numero di pole per tracciato

Il brasiliano, oltre ad essere il “Re di Monaco” per le sei vittorie conquistate sul tracciato monegasco, è stato un pilota che ha particolarmente apprezzato il tracciato di Imola, conquistando sul tracciato sammarinese ben 8 pole position.
Proprio ad Imola, Ayrton Senna perse la vita il 1° maggio del 1994.

Lewis Hamilton sembra riuscire ad andare forte su diversi tracciati. Per lui il record di pole position conquistate sul singolo tracciato è pari a 6 ma, a differenza del brasiliano, l’inglese ha questo numero di pole su ben 3 circuiti: Melbourne, Shangai e Montreal.

Questo articolo non vuole scatenare nessuna polemica, in quanto non vogliamo assolutamente mettere a confronto i due piloti. E’ solo un post in cui si parla di dati statistici, dati che veri appassionati come noi non potevano tralasciare.
Come abbiamo detto sempre, non solo non è possibile paragonare piloti di epoche diverse, ma non è possibile paragonare i due periodi che la Formula 1 ha vissuto e sta vivendo: se all’epoca di Senna molti piloti potevano sperare nella conquista di una pole position, adesso la corsa alla pole non è per tutti ma solo per un ristretto numero di monoposto.