La Ferrari spiega il perchè del silenzio per il 2017

Lo scorso anno, di questi periodi, i proclami in casa Ferrari erano moltissimi, portati da un 2015 decisamente positivo e dalla scelta di portare in pista una monoposto che sarebbe nata dalle basi di un progetto che era riuscito a vincere qualche gara dopo un 2014 molto negativo.

Addirittura proprio il presidente Sergio Marchionne aveva lanciato messaggi in merito ad una probabile vittoria della Ferrari e al fatto che la Mercedes si sarebbe potuta battere grazie al progetto vincente che si stava per mettere in pista. Alla fine si sono rivelate tutte chiacchiere che hanno fatto illudere i tifosi Ferrari sparsi per il pianeta. E le alte aspettative hanno reso ancora più bruciante una stagione già di per sé negativa.

Nell’attesa che la stagione 2017 inizi, invece, da Maranello non si vede arrivare nessuna notizia. Silenzio totale.

Tutti “personaggi chiave” sono in silenzio, senza farsi scappare nemmeno una parola. Al contrario di chi potrebbe parlare, giornali e siti del settore parlano e sparlano, dichiarandosi portatori di verità sul progetto 668, in merito al perchè potrebbe andare forte o in merito al perchè anche questa sarà una stagione fallimentare.

Tutte stupide illazioni. Chi può parlare non parla, chi non potrebbe parlare parla.

Oggi la Ferrari ha rotto il silenzio con Alberto Antonini, responsabile dell’ufficio stampa Ferrari F1: “Avere aspettative adesso sarebbe fuori luogo. È cambiato tutto, sono cambiati i regolamenti e le vetture di conseguenza. Sappiamo ciò che abbiamo a disposizione e ciò che stiamo facendo. Abbiamo lavorato molto e duramente, ed i risultati che abbiamo sin qui ottenuto rispecchiano la tabella di marcia che ci eravamo prefissati. Bisogna necessariamente aspettare i primi test in programma a Barcellona per capire come andranno le cose”.