La McLaren ha visto la sua miglior giornata in Bahrain…senza un perchè!

La McLaren-Honda ha vissuto in Bahrain la sua giornata migliore dopo anni di tribolazioni.

Nell’ultima giornata di test infrastagionali di Sakhir infatti, Stoffel Vandoorne è riuscito a percorrere oltre 80 tornate senza nessun tipo di problema legato all’affidabilità della power unit.

Il weekend del Bahrain della McLaren-Honda è stato segnato da moltissimi problemi legati alla power unit, prima idraulici, poi elettrici ed infine termici. Anche nel primo giorno di test la power unit Honda non è stata brillante, e ieri i tecnici non sapevano cosa aspettarsi.

Anche Eric Boullier ha detto che nè i tecnici Honda nè quelli McLaren conoscevano la causa dei problemi che affliggevano la power unit nipponica, quindi nessuno sa come spiegarsi questo inaspettato miglioramento.

Al termine della giornata, Boullier ha dichiarato: “Il problema è che non sappiamo quali siano i problemi. Magari lo sapessimo! Tutto ha funzionato alla perfezione e abbiamo lavorato sul set-up provando a sfruttare al meglio questa opportunità, quindi tutto è andato alla grande. Questa è stata davvero una intensa giornata di test, e abbiamo avuto diverse risposte positive a tutto quello che volevamo provare.”.

Questa giornata non ha però spazzato via il pessimismo che c’è in casa McLaren (visti anche i risultati ottenuti martedì con Turvey), con Boullier che ha continuato: “Non possiamo essere ottimisti perché è molto difficile capire cosa sia andato storto. Abbiamo ovviamente cambiato la MGU-H durante il weekend e ieri è andata dopo due giri. Abbiamo cambiato la power unit e fatto 17 giri , ma non abbiamo trovato nulla che fosse fisicamente sbagliato sulla vettura. Penso che sarà complicato per la Honda capire dove fosse il problema.”

Anche Vandoorne si è detto contento della giornata, nonostante domenica non sia nemmeno riuscito a vedere il semaforo verde del Gran Premio: “Penso che sia stata la prima volta in cui abbiamo avuto una giornata senza problemi, nella quale abbiamo potuto continuare con il nostro programma. Abbiamo più o meno completato il programma che volevamo fare, anticipando parte del lavoro che avremmo dovuto fare a Barcellona. Quindi è stata una giornata molto produttiva e sono felice che siamo riusciti a fare così tanti giri. Non è stata una settimana facile, con un doppio ritiro, quindi sono contento anche per il team, che ha fatto un grande lavoro per rimandarci sempre in pista.”

Credit Photo: Photo4 S.r.l.