Ecco la Williams FW40, la prima monoposto del 2017 a togliersi i veli

Via alle danze. È appena cominciata(in anticipo) la maratona delle rivelazioni delle vetture con cui i team affronteranno la nuova stagione della Formula 1. La prima scuderia a svelarsi è stata la Williams Martini Racing, che al suo 40° anno nel circus schiererà la FW40 con il brasiliano Felipe Massa e il rookie canadese Lance Stroll al via.

Le immagini vi arrivano da Motorsport.com, che ha svelato in anteprima assoluta la monoposto di Groove. Rispetto allo scorso anno non ci sono grandi cambiamenti nè per quanto riguarda la livrea ne per il muso, che rimangono gli stessi da ormai 3 anni. Di seguito alcune analisi sulla nuova monoposto proprio dal portale che lo ha rivelata per prima:

La macchina è caratterizzata da fiancate molto scavate nella parte inferiore per favorire il passaggio d’aria verso il diffusore posteriore, mentre le pance non troppo larghe hanno bocche dei radiatori  triangolari che si stringono molto nella parte posteriore per rendere più efficaca la zona detta Coca Cola.

Ai lati delle pance si notano i deviatori di flusso a ponte che lasciano una grande luce fra la paratia verticale e la fiancata.

La presa d’aria del motore sembra più grande di quella dello scorso anno, ma non è un segreto per nessuno il fatto che il motore Mercedes potrà godere di un incremento di potenza tale da annullare l’incremento della resistenza aerodinamica causato dalle gomme Pirelli più larghe e dalle dimensioni maggiorate delle monoposto.

Nel posteriore si può osservare l’alettone che è sostenuto da due paratie svergolate esattamente cone quelle che la Ferrari ha utilizzato sulla F15-T mule che è stata utilizzata nei test per lo sviluppo delle nuovew gomme Pirelli.


Per quanto riguarda i piloti il brasiliano ex-Ferrari si appresta a cominciare quella che sarà la sua 15a e, probabilmente ultima stagione nel Circus, quarta con la Williams. Per il canadese di Montrèal come già detto è la sua prima stagione in F1 dopo alcune esperienze in serie minori(l’anno scorso ha vinto nella Formula 3 europea) e viene da una terra dove vengono pochi ma buonissimi piloti(come Gilles e Jacques Villeneuve). Inoltre il fatto che debutti già nel team dove Jacques vinse l’ultimo mondiale Williams nel 1997 farà certamente aumentare l’attenzione per questo giovane ragazzo.