McLaren con una power unit aggiornata a Sochi!

Dopo un deludente inizio di stagione, la McLaren vuole voltare pagina e lo farà iniziando proprio da Sochi, grazie al debutto di una nuova MGU-H.

Questo aggiornamento è necessario ma anche voluto da team e piloti, visto che la MCL32 non è riuscita a portare a casa nemmeno un punto nelle prime tre uscite stagionali nonostante i due piloti lottino continuamente i pista come due leoni.

Ma il problema non sono solo i punti: la McLaren non riesce a portare le due vetture al traguardo. Quando riesce a farle partire.

I tecnici nipponici, però, sono convinti di essere finalmente riusciti a trovare il vero problema, che sarebbe appunto legato a questa parte della power unit. L’MGU-H ha la doppia funzione di accumulare corrente, quando l’energia cinetica sviluppata dalla rotazione della turbina è troppo elevata per essere sfruttata, e di sfruttare la corrente accumulata come energia motrice quando il turbo compressore deve ricominciare a girare dopo un rilascio o dopo un cambio di marcia. In questo modo si controlla il fenomeno del turbo-lag e si sfrutta la valvola wastegate il minimo indispensabile.

Una MGU-H modificata sembra sia stata utilizzata durante il secondo giorno di test svolti ad Al Sakhir e, proprio grazie a questo nuovo componente che ha funzionato senza problemi, Vandoorne è riuscito a percorrere 82 giri senza intoppi.

A Sochi quindi la Honda introdurrà questa nuova MGU-H, installandola sia sulla power unit di Alonso che su quella di Vandoorne.

I problemi di affidabilità patiti già dalle prime prove libere di Melbourne però, hanno fatto in modo che i due piloti McLaren utilizzassero molti componenti. Per Vandoorne, infatti, questa sarà la quarta MGU-H mentre, per Alonso, sarà “solo” la terza.

Se questo componente non dovesse funzionare perfettamente e non dovesse riuscire a risolvere gran parte dei problemi di affidabilità che stanno affliggendo la McLaren, già dal quinto appuntamento della stagione potremmo vedere i piloti McLaren scontare diverse posizioni di penalità ad ogni sostituzione di parti elettriche della power unit.