Nuova regola per la partenza bagnata: funzionerà?

La nuova gestione della Formula 1 continua a lavorare per tentare di aumentare lo spettacolo in pista.

La FIA, in accordo con il nuovo management del campionato e con le squadre ha modificato drasticamente questa regola e qualche punto interrogativo sul funzionamento reale di questa nuova soluzione resta.

La nuova regola per la partenza bagnata prevede che le monoposto, una volta schierate in griglia, partiranno dietro la safety car con coperture full wet. Fin qui, nulla di nuovo. Ma adesso viene il bello.

La differenza sostanziale sta nel fatto che i giri percorsi dietro la Safety Car non intaccheranno la distanza totale di gara, quindi saranno considerati giri di formazione aggiuntivi, dati ai piloti per comprendere meglio pista e monoposto. Una volta terminati i giri di formazione aggiuntivi, la Safety Car farà rientro ai box e la Federazione deciderà se adottare la partenza da fermo o dalla pit lane.

I piloti che partiranno dalla pit lane potranno comunque effettuare i giri dietro la safety car, salvo poi dover far nuovamente rientro in pit lane per riposizionarsi per la partenza.

Durante questi giri, i piloti non potranno sostituire tipo di pneumatici e chi dovesse essere costretto a fermarsi ai box durante i giri dietro la vettura di sicurezza sarà poi obbligato a partire dalla pit lane. I piloti che dovessero decidere di cambiare tipologia di pneumatici durante il regime di safety car saranno poi costretti a scontare una penalità di 10 secondi di Stop&Go.

I piloti che partono dai box non sono obbligati a fare i giri dietro alla Safety Car. Se le condizioni non migliorano durante i giri di formazione dietro la Safety Car il direttore di gara può decidere di far tornare le monoposto ai box aspettando un eventuale miglioramento delle condizioni meteo. In questo caso, le monoposto non effettueranno una partenza da fermo dopo un riposizionamento in griglia, ma partiranno dalla pitlane dietro la Safety Car, e la gara entrerà nella sua valenza agonistica dopo il primo passaggio sulla linea del traguardo. In questo caso, non si può parlare di interruzione della gara, dal momento che la gara non è ancora formalmente iniziata.

Ma a questo punto, dobbiamo farci qualche domanda: come faranno i piloti a gestire il carburante? Quanto saranno avvantaggiati i piloti che decideranno di partire dalla pit lane?

Sono domande scontate, ma nessuno se le è poste. Nel caso in cui i piloti dovessero effettuare 5 o 6 giri dietro la safety car, i piloti costretti a partire dalla pit lane avrebbero un doppio vantaggio: più benzina e gomme certamente più fresche.

Anche alcuni dei piloti in pista potrebbero decidere di fare un “falso” pit stop per accontentarsi di partire dalla pit lane con gomme fresche e più benzina. Al riposizionamento in griglia prima della partenza infatti, non è stato previsto un intervento dei meccanici ma soltanto la normale procedura di start.

Vedremo, nel caso in cui questa procedura dovesse essere vista durante la stagione, come si comporteranno team, piloti e federazione.

Copyright: Andy Hone/LAT Photographic