Pagelle del #ChineseGP: Applausi per il podio, giornata no per McLaren e Giovinazzi.

E dopo una gara incredibile ed emozionante ecco qua come di consueto le mie pagelle del Gran Premio di Cina:

    • Lewis Hamilton 10: Praticamente in testa dall’inizio alla fine, il brittanico sarà stato anche fortunato nella Safety Car a non perdere la posizione, ma approffitando delle vetture che fanno da tappo a Vettel riesce a scappare senza alcuna possibilità di risposta. Lui lo aveva detto che era difficile battere la Ferrari, ma quando si è presentata l’occasione non l’ha sprecata, facendo tutto alla perfezione e pareggiando i conti con il suo rivale. Ed è Grand Chelem: Pole Position, giro veloce in gara e vittoria!
    • Sebastian Vettel 9.5: Per lui un giallo sulla posizione di partenza un pò ai limiti della griglia di partenza, ma la Race Direction lascia passare. Fermatosi durante la prima Virtual Safety Car, il suo vantaggio è diventato subito un svantaggio quando Giovinazzi va a sbattere causando l’ingresso della vera Safety Car. Ma lui non si è dato per vinto e si è liberato prima del suo compagno e poi delle 2 Red Bull dopo un ruota a ruota emozionante con Ricciardo. Se solo fosse stato più fortunato poteva quantomeno stare vicino a Lewis, ma questo 2° posto è ottimo, anche visto come stavano andando le cose.
    • Max Verstappen 10 e lode: L’hanno nominato Driver Of The Day, e non è un caso. Oggi ritroviamo “Mad Max” in tutto il suo splendore. Una Partenza con la P Maiuscola e sale subito dalla 16a posizione in griglia alla Top 5 in men che non si dica! Riesce a portare la sua Red Bull al limite anche nel sorpasso sul suo compagno e la porta ad un podio che il team austriaco ci sperava poco. Non ci sono storie, potete amarlo o odiarlo, ma quando è in giornata non c’è nulla da fare se non alzarsi e applaudire questo fenomeno!

    • Daniel Ricciardo 7.5: Buona gara anche per l’altra Red Bull, con l’australiano che fa quello che può con un sorpasso su Kimi subito dopo alla partenza. Poi fatica un pò nella parte centrale quando viene sorpassato sia da Max che dalla Ferrari di Sebastian. Ritrova prestazione nell’ultimo stint e finisce vicinissimo al suo compagno, ma non quanto necessario per tentare l’attacco. Comunque un buon 4° posto.
    • Kimi Raikkonen 5: Aver battuto il proprio connazionale non può salvare quello che è un altro week-end difficile e in salita. Mai in gara con il suo compagno di squadra nè tantomeno con le Red Bull, non prova mai a fare qualcosa di diverso dal compitino. Deve svegliarsi, dato che le voci di un addio sono sempre più rumorose.
    • Valtteri Bottas 4.5: Doveva finire quantomeno sul podio, ma rovina tutto con un testacoda mentre scaldava le gomme durante la Safety Car che lo scaraventa addiritura fuori dalla zona punti. Riesce a risalire fino al sesto posto, ma da un pilota della Mercedes non si aspettano questi errori, Wolff non se lo aspetta, noi non ce lo aspettiamo. Bocciato senza appello.

    • Carlos Sainz 8: Non è più una sorpresa lo spagnolo della Toro Rosso. Sceglie di richiare la partenza con gomme slick, e alla Safety Car paga con l’ingresso in zona punti. Il settimo posto lo porta ad essere “il primo degli altri” dopo le magnifiche 3 della F1, con la Toro Rosso che è davanti pure alla Williams.
    • Kevin Magnussen 7: Serviva il riscatto per il danese dopo una Melbourne sfortunata, e cosi è stato. Riesce a finire davanti alle Force India e a portare a casa i primi punti stagionali per la Haas in un week-end in cui Grosjean era colpito da sfortune altrui. Per fortuna del team americano, Kevin c’è!
    • Force India 6.5: Non una gara bellissima quella del team indiano, ma che comunque riesce a portare i suoi piloti in zona punti, seppur si tratti delle ultime 2 posizioni della Top 10. Il team perde la posizione sulla Toro Rosso ma la guadagna sulla Williams, confermandosi comunque tra i primi 5 del mondiale.

  • Fernando Alonso 8: Non c’è nulla da aggiungere. Questa è stata un’altra gara fantastica da parte dello spagnolo che però è diventata polvere quando un’altro problema meccanico sulla McLaren-Honda(ritiro anche per Vandoorne) l’ha costretto al ritiro quando era in zona punti. La macchina migliora di prestazione, ma non d’affidabilità… Fernando sarà costretto a soffrire ancora per le prossime gare?
  • Antonio Giovinazzi 5: Ha la scusante di essere un rookie e ci dispiace dargli questo voto, ma non possiamo negare che in questo week-end non ci ha entusiasmato. 2 errori che fanno finire in anticipo qualifiche e gara ma anche tanta esperienza acquisita nonostante il numero ridotto di chilometri che ha fatto. Se ci sarà in Bahrain? Pascal freme dalla voglia di salirci, ma se l’italiano sarà in pista anche a Sakhir ci sarà da fare tanti minuti in pista per evitare questi piccoli errori che però possono compromettere tutto il Gran Premio.
  • Lance Stroll 5.5: Questo voto è frutto sì di un miglioramento netto del canadese, anche se in qualifica è si passato alla Q3, ma con un paio di decimi di distacco sul Felipe Massa. Ritirato involontariamente in gara per un contatto con Sergio Perez. Ci aspettiamo delle conferme da lui in Bahrain.