Renault, la strada è quella giusta

La Renault ha visto un’altra domenica a due facce a Silverstone.

Jolyon Palmer non ha nemmeno preso il via a causa di un problema idraulico che lo ha fermato nel giro di riscaldamento, mentre Hulkenberg ha affrontato tutta la gara al meglio delle sue possibilità.

Il tedesco è partito in quinta posizione grazie alla penalità di Valtteri Bottas e ha fatto il massimo per portare a casa il maggior numero di punti possibili. Hulk è riuscito a tenere dietro le due Force India e ha perso posizioni per la prima volta al settimo giro, quando Bottas lo ha letteralmente sverniciato. In seguito si è arrampicato in quarta posizione grazie ai pit stop di Sebastian Vettel e Max Verstappen che si marcavano a uomo.

Nico non riesce a tenere la posizione sui due piloti, e scivola nuovamente in sesta posizione dopo appena 3 giri.

Il pit stop del pilota tedesco arriva al giro 24 e Hulkenberg retrocede fino alla nona posizione, scavalcato da Felipe Massa, Romain Grosjean e Stoffel Vandoorne. Tutti e tre piloti effettueranno il pit stop nei giri successivi, ‘restituendo’ la posizione ad un Nico Hulkneberg che rimpiange sempre di più la Force India, anche se nell’appuntamento inglese è riuscito a tenere dietro entrambe le pantere rosa.

Ultimi brividi nel finale, quando tenta di resistere ad un indiavolato Ricciardo che ha fatto una gara davvero degna di nota.

Poco potrà fare contro l’attacco dell’australiano e passa in settima posizione, ma la sfortuna di Sebastian Vettel lo aiuterà a riportarsi in sesta posizione ed eguagliare il suo miglior risultato stagionale come aveva fatto in Spagna.

Guardando alla classifica costruttori, la Renault è in ottava posizione e sembra aver definitivamente messo la Haas e la Toro Rosso nel mirino. Guadagnare qualche posizione non sarebbe utopistico, visto il periodo negativo della scuderia faentina e del team americano. C’è però da dire che i 26 punti della Renault sono stati conquistati tutti dal tedesco, mentre Palmer è ancora a zero.

Grazie agli otto punti conquistati a Silverstone, Hulkenberg riesce a staccarsi da Grosjean e Stroll e scavalca anche Felipe Massa.

Per la Renault, la strada sembra essere quella giusta, ma serve affidabilità su entrambe le vetture e, forse, sarebbe ora di iniziare a guardarsi attorno per un pilota, perchè Palmer sembra davvero molto inconsistente.