Sirotkin in pista a Sochi durante le FP1

Durante le prime prove libere del GP di Sochi vedremo in pista ben due piloti russi: oltre a Daniil Kvyat, infatti, vedremo in pista anche Sergey Sirotkin.

Il giovane russo, che vanta ben due terzi posti nella classifica generale della GP2, sarà al volante della Renault RS17 di Nico Hulkenberg proprio al posto del tedesco.

Sirotkin è stato nominato terzo pilota Renault proprio poco prima dell’inizio di questa stagione.

Sirotkin non è alla prima presenza in Formula 1, ma non ha mai disputato una sessione ufficiale: nel 2014 era stato schierato dalla Sauber e dodici mesi fa aveva esordito proprio sotto le insegne Renault e proprio a Sochi, infatti Sergey salì a bordo della Renault di Kevin Magnussen.

Sergey ha potuto anche saggiare la RS17 prima dell’evento russo, in quanto è stato schierato proprio dalla Renault come rookie driver durante i test di Sakhir. Il russo ha compiuto ben 90 tornate senza problemi, riuscendo a mantenere un buon ritmo, siglando il nono tempo e portando in pista importanti soluzioni per la casa francese relative a freni e sospensioni. Sirotkin ha anche dovuto svolgere il lavoro di verifica di correlazione dei dati, raccogliendo dati con i rastrelli aerodinamici.

Al termine dei test in Bahrain, Sirotkin aveva raccolto molti complimenti da Alan Permane, direttore sportivo di Renault: “Sergey ci ha impressionato perché ha trovato in fretta il ritmo. Non ha commesso alcun errore, seppur non guidasse dalla fine dello scorso anno”.

Il giovane russo, appena è stata ufficializzata la sua partecipazione alla prima sessione di prove libere, ha dichiarato: “So cosa aspettarmi, il circuito è moderno e ha degli aspetti interessanti. Trovarmi di fronte a migliaia di connazionali è sempre qualcosa di importante. Ci sarà ovviamente moltissima attenzione da parte di stampa e media, e incontrerò tante persone che conosco: è piacevole, ma sarò pienamente concentrato sulla pista. Sono pronto per fare il miglior lavoro possibile per tutto il fine settimana, e non solo quando sarò in azione nella FP1. Aspettavo questo momento da parecchio tempo e mi sono goduto ogni attimo in macchina, anche se il programma non era dei più eccitanti. La nuova RS17 è incredibilmente veloce, ho subito notato la differenza di grip con la vecchia generazione di monoposto. Ma alla velocità maggiore poi ci si abitua.”

Credit Image: Photo 4 S.r.l.