SuperPole per Hamilton a Melbourne, ma Vettel c’è: prima fila Ferrari!

In Australia è già grande spettacolo nel circus della F1, per delle battaglie in tutte le sessioni ma soprattutto nella Q3 dove è successo di tutto e di più! Siamo certi che la gara di domenica sarà molto emozionante e imprevedibile, ma se non sapete di cosa parliamo eccovi qua la griglia di partenza:

Lewis Hamilton si conferma il pilota più veloce con la Pole Position in 1:22.188(record). Davvero poche storie per il pilota inglese che nel venerdì è stato dominante mentre nel sabato ha preferito “rispamiarsi” nel Q1 e nel Q2 per dare la stoccata finale nel Q3. Quindi di nuovo una Mercedes in pole, ma accanto alla freccia d’argento ci sarà la Ferrari di Sebastian Vettel che centra la prima fila grazie al tempo di 1:22.456, con 2 decimi e mezzo di gap dall’inglese. Ottima qualifica per il pilota tedesco che si mette dietro di 2 centesimi e mezzo l’altra Mercedes di Valterri Bottas che comporrà insieme all’altra Ferrari di Kimi Raikkonen una seconda fila tutta finladese.

Red Bull che invece ha deluso un pò le aspettative, con Max Verstappen che seppur lontano dalle prime 2 file si piazza al quinto posto e l’idolo locale Daniel Ricciardo che nel suo giro veloce perde il controllo alla curva 14 e va contro il muro, causando bandiera rossa. Dunque decima posizione in griglia per l’australiano(con paura per il cambio). Accanto a Max in terza fila ci sarà la Haas di un buon Romain Grosjean che vuole migliorare i risultati dello scorso anno per il team americano. Ad aprire la quarta fila la Williams di Felipe Massa, poi le 2 Toro Rosso di Carlos Sainz e Daniil Kvyat che centrano entrambi la Q3 e partiranno rispettivamente in ottava e nona posizione!

Sergio Perez invece non c’è la fa per un pelo a passare alla Q3 e dovrà partire undicesimo sulla griglia di partenza, sesta fila anche per la Renault di Nico Hulkenberg. Poi Fernando Alonso che con la McLaren-Honda si piazza in una buona tredicesima posizione considerato i grandi problemi alla sua PU. Insieme allo spagnolo in settima fila c’è l’altra Force India di Esteban Ocon. Ottava fila tutta Sauber con Marcus Ericsson 15° e una grande qualifica per il nostro Antonio Giovinazzi, con il nostro italiano che, chiamato all’ultimo per sostituire Wehrlein sulla Sauber si piazza sedicesimo in griglia e(udite, udite) a soli 2 decimi nel Q1 da Marcus Ericsson.

Peccato per l’errore all’ultimo giro che poteva fargli firmare l’impresa, ma per Antonio questa è comunque una grandissima prima sessione di qualifica, considerato che l’altro rookie sulla griglia, Lance Stroll si piazza mestamente in penultima posizione. Vabbè che è gia un miracolo che la macchina sia scesa in pista dato l’incidente del canadese nella FP3, però a mio avviso dovrebbe ricordarsi che sta gareggiando in un team che compie 40 anni in F1. Non presentabile Jolyon Palmer, ultimissimo con la Renault. Nona fila per la Haas di Kevin Magnussen e la McLaren(problematica) di Stoffel Vandoorne.