Svelata la RS17, la vettura del riscatto per la Renault

Dopo la Sauber C36 svelatasi il lunedì mattina, nel pomeriggio del martedì è toccata alla Renault svelare la sua monoposto con la quale affronterà il mondiale F1 2017. Si tratta della RS17 con cui la casa francese vuole rilanciarsi sia a livello di team sia a livello di piloti dopo un 2016 non proprio esaltante. Dai primi look sembra che la Renault sia riuscita a conquistare i fans per la livrea ma anche per alcune idee aerodinamiche che potrebbero essere interessanti:

Partendo proprio dai colori usati dal team francese si nota da subito che davanti mantengono sempre il tradizionale giallo con il muso che invece subisce delle variazioni rispetto all’anno scorso e va ad assumere una forma simile a quella vista nella Williams FW40 e nella Sauber C36. Interessanti anche le alette(flap) dell’alettone anteriore, che potrebbero portare ad avere un migliore coeficciente aerodinamico. Ma è già andando oltre le ruote anteriore che si scorgono le vere novità della RS17…

Infatti rispetto alla livrea tutta gialla del 2016 stavolta si è decisi per un accostamento col nero, e più di preciso ad una parte posteriore tutta nera se non per l’ala posteriore, le alette sulla pancia e piccole rifiniture. Dal punto di vista tecnico non si possono non notare la pinna stile 2008 ma soprattutto il nuovo profilo aerodinamico delle alette sulle pance laterali, che vanno ad assumere una forma ad S(gialla), insieme ad un’altra che sembra sostenerla e lo collega al telaio per creare un profilo aerodinamico(nera). Novità anche per quanto riguarda la presa d’aria sopra il pilota, con una presa interna e una esterna più larga e per i deviatori di flusso che assumono una forma più squadrata rispetto al solito. Inoltre, a prima vista sembra che le pance e i tubi di scarico della RS17 siano più stretti rispetto alle altre vetture fin qui mostrate…

Parlando anche dei piloti, da una parte c’è Nico Hulkenberg che dopo 3 stagioni in Force India non esattamente esaltanti vuole provare a rilanciarsi contribuendo al rilancio della Renault nella F1, e dall’altra abbiamo Jolyon Palmer che dopo una prima stagione difficile ma con il finale in crescendo vuole migliorarsi e fare in modo che la fiducia rinnovata della casa francese sia ripagata. Abbiamo quindi 2 piloti in cerca di riscatto e 1 team in cerca di riscatto, ma la storia e il prestigio di questo marchio potrebbero portarla ad essere una delle mine vaganti per il 2017 assieme alla McLaren-Honda!

Per rivedere la presentazione della nuova monoposto clicca qui!