Ufficializzato il calendario F1 2018: tornano Francia e Germania!

Dal Consiglio mondiale di Ginevra è stato approvato e pubblicato il calendario (quasi) definitivo per la stagione 2018 della Formula 1. Un totale di 21 gare in programma (eguagliato il record del 2016) per il prossimo anno agonistico. Il campionato comincerà il 25 Marzo all’Albert Park di Melbourne (GP Australia) e finirà il 25 novembre a Yas Marina (GP Abu Dhabi), per una durata di 8 mesi.

Da registrare dei cambiamenti ‘anticipati’ riguardo alle nazioni ospitanti: out la Malesia, dentro Francia e Germania. Torna il Gran Premio transalpino dopo l’ultima edizione del 2008 a Magny-Cours (vinta da Felipe Massa), ma stavolta si correrà a Le Castellet, sullo storico circuito del Paul Ricard che ha anch’essa ospitato delle gare di F1 con l’ultima edizione che risale al 1990 (vittoria per Alain Prost).

Come previsto, torna anche il circuito tedesco di Hockenheim dopo la pausa di quest’anno. Ormai è semplice immaginare anche i prossimi calendari: finchè il Nurbugring non torna ad aver i fondi necessari per ospitare un evento di questo tipo, il GP della Germania ci sarà un anno sì e un anno no visto che l’Hockenheimring non riesce ad ospitare 2 GP consecutivi. Nell’ultima edizione del 2016 vinse la Mercedes con Lewis Hamilton.

Cambiamenti anche per quanto riguarda le date e i posizionamenti delle gare attuali: L’Azerbaijan viene anticipato al 29 aprile, la Russia torna nel periodo finale della stagione (30 settembre) e per la prima volta nella storia della F1 vedremo 3 gare in altrettanti week-end con la tripletta Francia-Austria-Gran Bretagna (dal 24 giugno al 8 luglio). Cina e Singapore presenti ma ancora da verificare per gli accordi con i detentori dei diritti commerciali.

CALENDARIO F1 2018:

  1. Melbourne, Australia (25 marzo)
  2. Sakhir, Bahrain (8 aprile)
  3. Shanghai, Cina (15 aprile)
  4. Baku, Azerbaigian (29 aprile)
  5. Barcellona, Spagna (13 maggio)
  6. Monte-Carlo, Monaco (27 maggio)
  7. Montréal, Canada (10 giugno)
  8. Le Castellet, Francia (24 giugno)
  9. Spielberg, Austria (1 luglio)
  10. Silverstone, Gran Bretagna (8 luglio)
  11. Hockenheim, Germania (22 luglio)
  12. Budapest, Ungheria (29 luglio)
  13. Spa-Francorchamps, Belgio (26 agosto)
  14. Monza, Italia (2 settembre)
  15. Marina Bay, Singapore (16 settembre)
  16. Sochi, Russia (30 settembre)
  17. Suzuka, Giappone (7 ottobre)
  18. Austin, USA (21 ottobre)
  19. Città del Messico, Messico (28 ottobre)
  20. San Paolo, Brasile (11 novembre)
  21. Yas Marina, Abu Dhabi (25 novembre)