3 vittorie in 3 gare, a Buenos Aires è già fuga per Buemi e Renault!

Ora la Svizzera potrà vantare un altro nome nell’elenco dei loro grandi piloti automobilistici. Perchè come Alain Menu per la Touring Car o Clay Regazzoni per la Formula 1, ora Sébastien Buemi ha appena firmato un’altra pagina importante per la Formula E, andando a vincere l’ePrix di Buenos Aires e diventando il primo pilota della categoria a firmare 3 vittorie consecutive. Per il pilota della eDams è stata un’altra gara d’autore. Partito dalla terza piazza, non ha perso subito tempo ed è andato a sorpassare prima Di Grassi e poi Vergne per poi prendere il largo e gestire l’enorme vantaggio per le ultime tornate per andare a vincere, ancora una volta, per la terza volta consecutiva in questa stagione.

Sul podio troviamo per la prima volta una Techeetah con Jean-Eric Vergne in seconda posizione e Lucas Di Grassi che chiude terzo ma non soddisfatto pienamente, visto che il brasiliano è stato in difficoltà nella prima parte di gara ed è andato a sprecare la Pole Position ottenuta in mattinata. Comunque è riuscito a rimediare in parte riuscendo nella seconda parte di gara a prendersi il podio e confermare la sua Audi Abt come principale antagonista dopo una bella lotta con l’altra Renault di Nicolas Prost, che nonostante sfoderi la sua migliore prestazione stagionale si deve arrendere ed accontentare di un comunque buon 4° posto. Nelson Piquet Jr. non viene bersagliato dalla sfortuna e stavolta chiude al 5° posto dopo un’ottima gara per il campione 2014 della NEXTEV, sesto Loic Duval che nonostante la partenza dalla quattordicesima piazza riesce a fare una grande gara e a chiudere persino davanti al suo compagno di team Jerome D’Ambrosio che, dopo una bella lotta tra Dragon Racing nel finale deve arrendersi e concludere 8°. In mezzo l’altra Audi di Daniel Abt in settima posizione. A chiudere la top 10 la NEXTEV di un Oliver Turvey che può recriminare per una strategia sbagliata e la DS Virgin del pilota di casa Lopez.

Proprio il team brittanico è stato uno dei più deludenti del sabato, visto anche l’ultimo posto di Sam Bird, col pilota brittanico che è stato vittima di un problema meccanico sulla prima vettura. Tra i team più peggiori anche la Mahindra con Heidfeld e Rosenqvist entrambi fuori dalla zona punti ma con lo svedese che grazie al giro veloce fatto negli ultimi giri riesce a portarsi a casa almeno 1 punto dopo che un problema al cambio vettura lo ha costretto ad abbandonare la Top 10. Jaguar ancora a secco, con Mitch Evans che finisce 11° quando è stato per quasi tutta la gara nella top 10.

Ora in campionato e fuga per la coppia Buemi-Renault. Per il pilota svizzero sono 75 punti dopo 3 gare, a +29 su Di Grassi che si conferma come primo inseguitore in classifica e a +39 sul suo compagno Prost, che si conferma in terza posizione. Per il team francese sono 111 punti nella classifica a squadre, a +51 sulla Audi ABT e a +74 sulla Mahindra. Prossima tappa in Città del Messico, il 1° aprile, dove potremo vedere il debutto di Esteban Gutierrez.

SEMPRE SE LA RAI INTENDA SFRUTTARE I DIRITTI ACQUISITI.