Anche la BMW entra ufficialmente nella Formula E!

Fino ad ora c’era solo un accordo per fornire la i8 come Safety Car e una sponsorizzazione con il team MS Amlin Andretti. Ma l’interesse a diventare costruttore ufficiale era tanta e dopo l’annuncio dell’ Audi si è decisa a farsi avanti: la BMW entrerà ufficialmente nella Formula E come costruttore dalla stagione 5 (2018/2019).

La casa tedesca è infatti uno dei 9 produttori che ha presentato alla FIA l’iscrizione della propria power unit per le prossime stagioni di Formula E. Si unirà dunque alla griglia attualmente composta da Renault, Audi, DS Automobilies (anche lei diventerà costruttore ufficiale nel 2018), Mahindra, Jaguar, NextEv, Penske Autosport e Venturi. E crediamo non sarà l’ultima, visto i recenti interessamenti da parte di Ferrari e Porsche.

La quinta stagione sarà importante per il movimento elettrico, dato che tutti i team che partecipano attualmente alla Formula E hanno confermato il loro impegno nella serie fino alla settima stagione (2021). Inoltre, l’energia sulle monoposto passerà da 28 kWh a 54 kWh, dando la possibilità di usare una sola monoposto per tutta la gara. Questa novità dovrebbe liberare anche 2 posti per le scuderie che verranno.

“L’omologazione dei propulsori a partire dalla quinta stagione rappresenta un passo molto significativo per noi, siccome le vetture avranno una carica tale da superare il doppio dell’autonomia attuale. Il tutto mantenendo lo stesso livello di prestazioni. Questo passo in avanti mette in evidenza come la Formula E sia in grado di stimolare e velocizzare lo sviluppo di nuove tecnologie che possono anche essere applicate ad altri tipi di vetture. L’elettrico sarà il futuro: di questo ne sono certo” ha dichiarato un Jean Todt molto soddisfatto.