ePrix New York: Bird e DS Virgin fanno il bis in Gara 2, Di Grassi 5°

A New York si legge solo DS Virgin. Sam Bird si ripete anche in Gara 2 (quinta vittoria nella serie) e completa come meglio non poteva una giornata perfetta (cominciata con la Pole) e un week-end perfetto! C’è anche il riscatto delle Mahindra: dopo il doppio ritiro nella prima gara, Felix Rosenqvist e Nick Heidfeld chiudono in seconda e terza posizione, contenti per la loro prestazione ma lontani da un Bird che ha letteralmente volato in pista.

Ma all’ultima curva c’è la foto della gara: Pierre Gasly infatti riesce a sorpresa ad attaccare a sorpassare il tedesco della Mahindra, ma perde il controllo della sua Renault e va a muro, perdendo le possibilità di un podio nel primo week-end ma finendo comunque in una buonissima quarta posizione. In una gara piena di duelli e anche di testacoda, Lucas Di Grassi chiude 5°, dimezzando di fatto il suo svantaggio sul leader del mondiale Buemi. A Montréal Buemi e Di Grassi saranno separati da soli 10 punti, con 2 gare alla fine e 58 punti rimasti da assegnare.

Nicolas Prost chiude in una sesta posizione importante per il team Renault eDams che è vicinissima al suo quarto titolo costruttori consecutivo, visto che ora ha 65 punti di vantaggio sulla Audi Abt e 77 sulla Mahindra. Tom Dillmann finisce in settima posizione, a seguire la Techeetah di un Jean-Eric Vergne sfortunato. La gara del pilota francese è stata condizionata da un contatto a inizio gara che lo ha costretto ai box. 9° posto per Robin Frijns (Andretti), chiude la Top 10 Jerome D’Ambrosio (Dragon). Daniel Abt, frenato ancora una volta da problemi tecnici, si consola con il punto del giro veloce.