Ippolito bravo e fortunato, sua la finale KZ2 a Le Mans!

Paolo Ippolito si impone, grazie anche a un colpo di fortuna capitato nel corso dell’ultimo giro, nella finale KZ2 in programma a Le Mans, capitalizzando la pole position conquistata al termine delle manches e portando alla ribalta il team Lenzokart. Già, perché mentre alla partenza è Pellizzari che si fa vedere e prende il comando della gara,  con Matteo Viganò si porta subito alle sue spalle, andando a conquistar il comando della gara al secondo passaggio e iniziando a prendere un serio vantaggio sugli avversari. Dietro di loro, Max Tubben viene insidiato e superato da Rokas Baciuska, che a sua volta si porta alle spalle di Ippolito e lo attacca, per portarsi al terzo posto nel corso del quarto giro. Irlando intanto fa segnare il giro record nel corso del giro successivo, mentre Baciuska si porta alle spalle di Viganò nel corso del sesto giro, portandosi dietro Ippolito, mentre Pellizzari perde 2 posizioni.

Passano alcuni giri senza particolari sussulti, fino al passaggio 11, quando Ippolito sorprende Baciuska in fondo al rettilineo e lo passa, iniziando il duello per la leadership con Viganò, a 1″1 di distascco. Il gap tra i due rimane immutato, visto che girano sugli stessi tempi, con il pilota Tony Kart che sente aria di vittoria. Ma all’ultimo giro ecco il clamoroso colpo di scena, con il ritiro del milanese che spalanca le porte del successo al toscano, che chiude davanti a Baciuska e Pellizzari, Koehler, bravo a rimontare nei giri finali, Irlando, Iacovacci, Leuillet (autore del giro record), Tubben, Piccini e Celenta.