Leonardo Marseglia primo in OKJ nella WSK Super Master Series di Muro Leccese

Successo di Marseglia al World Circuit La Conca

Leonardo Marseglia vince a Muro Leccese in classe OK Junior, nella terza tappa della WSK Super Master Series.  Il successo, al termine di una gara sofferta, lancia il pilota di Ostuni verso la vittoria finale in classifica.

Muro Leccese (LE), 20 marzo 2017

La crescente competitività, mostrata in questo inizio di stagione da Leonardo Marseglia, si è trasformata nella prima vittoria del 2017, raggiunta dal pilota di Ostuni (BR) a Muro Leccese, sede nel fine settimana appena trascorso della terza tappa della WSK Super Master Series. Il successo in categoria OK Junior è arrivato in uno dei più importanti appuntamenti del karting internazionale, frequentato da piloti provenienti da ognuno dei 5 continenti. Marseglia, al volante del suo Zanardi-Parilla del team Chiesa Corse, è partito bene già in fase eliminatoria, imponendosi alla vittoria nelle manche di qualifica.

“Ho subito avvertito che il mezzo preparato dal mio team rispondeva ottimamente” – ha riepilogato Marseglia a fine gara – “Tanto che ho potuto aprire il weekend vincendo la prima manche del programma, misurandomi con avversari così qualificati da riservare sempre sorprese nelle bagarre in pista. Ma, nonostante una concorrenza sempre agguerrita, sono riuscito a chiudere la serie di manche per presentarmi in seconda fila, nella griglia di partenza della Prefinale.”

Il più tenace avversario del quattordicenne di Ostuni è stato l’inglese Harry Thompson, che già in Prefinale aveva mostrato le sue carte: “Nella lotta che con Thompson si è aperta nella fase finale” – prosegue il pilota pugliese – “Ho evitato di lanciarmi in un attacco controproducente. Quando in Prefinale ho capito che la vittoria sarebbe restata in gioco tra me e il britannico, sono rimasto nella sua scia, rimandando alla Finale l’attacco decisivo. Ho adottato una tattica simile anche nella gara conclusiva, sapendo di poter tentare il sorpasso in qualunque momento. Infatti, a due giri dal termine, ho scavalcato Thompson, il quale però ha replicato al mio attacco in un modo giudicato non corretto dai Comissari Sportivi.” A fine gara, il comportamento dell’inglese è stato infatti sanzionato con una penalità di 3”, che ha garantito il successo a Marseglia. Il team di Thompson ha interposto appello, che sarà giudicato successivamente. 

Nel frattempo, Marseglia è felice della conclusione della giornata: “Un così bel risultato, in una manifestazione così importante come la Serie WSK, premia non solo me ma tutte le persone che hanno reso questo possibile: Dino Chiesa e la sua squadra stanno svolgendo un lavoro stupendo, così come la Iame che ci fornisce i motori. Cogliere il successo in una giornata come il 19 marzo è poi lo spunto migliore per ringraziare la mia famiglia e mio padre Pasquale, per il supporto che danno alla mia carriera.”

Nella classifica provvisoria della WSK Super Master Series Marseglia è ora in seconda posizione, alle spalle del torinese Andrea Rosso. Il distacco di 65 punti dal leader potrà essere rimontato all’appuntamento conclusivo di Sarno (SA), in programma il 9 aprile.