Pedro Hiltbrand vince la finale OK della WSK Champions Cup

Pedro Hiltbrand ricomincia il 2017 da dove aveva finito il 2016, ovverosia un trionfo nella categoria OK. Il passaggio ai nuovi colori OTK non ha cambiato nulla rispetto al 2016, lo spagnolo si dimostra ancora una volta il pilota da battere e lo fa con una gara perentoria, frutto di una rimonta iniziata al secondo giro in cui si è inserito nella lotta tra gli altri piloti del gruppo OTK, Milell, De Pauw e Taoufik, con il marocchino bravo a prendersi il secondo posto al primo giro. Dietro di loro sale Kiern Jewiss, mentre viene ricacciato indietro De Pauw, a vantaggio di Tonteri, sesto. Hiltbrand firma il giro record al quarto giro, mentre anche Jewiss perde due posizioni. Non accade nulla fino alla settima tornata, quando Taoufik prende il comando della gara, ma la sua gioia dura poche curve, perché è proprio Pedro Hiltbrand, risalito alle sue spalle, a prendere il comando della gara, mentre Milell è terzo.

Si mette in mostra Travisanutto, che con il suo Zaqnaqrdi tenta di rompere il dominio OTK, guadagnando il terzo posto al nono giro, assistendo alla battaglia per i primi due posti. Travisanutto sembra in crisi, mentre Taoufik torna al comando della gara. L’italiano ricomincia la sua rimonta: al 13. giro è quarto e per le prime 5 posizioni è lotta serrata. Noah Milell, però, ha la peggio e perde 4 posizioni in un giro, con Travisanutto che riesce a rimontare fino al secondo gradfino del podio, seguito da De Pauw e Novalak, quarto. Si forma così un gruppetto che va dal terzo all’ottavo classificato che vede accendersi il duello tra Novalak e Milell. Ma a Hiltbrand questo non interessa, visto che scappa e vince con un vantaggio considerevole su Lorenzo travisasnutto. Seguono De pauw, Novalak, Milell, Vidales, Tonteri, Martins, Jewiss e Rozenfeld a chiudere la top ten.