Stan Pex beffa tutti e vince la finale KZ2 dalla pole, tripletta CRG

Stan Pex entra tra i grandi e va subito a vincere, conquistando il primo posto nella finale della KZ2 e andando a guidare la tripletta CRG, che lo vede sul podio insieme a Flavio Camponeschi e al fratello Jorrit. Una tripletta propiziata dai guai di Matteo Viganò, costretto al ritiro. Ma andiamo con ordine. Al via, Camponeschi è lesto a portarsi alle spalle dei due fratelli olandesi, mentre bisogna aspettare il terzo giro per vedere il primo attacco, di Leonardo Leonardi su Francesco Iacovacci, ottavo e nono. Ma la lotta si estende dal secondo al settimo posto, con Viganò che riesce a portarsi al secondo posto e superare Camponeschi, con Dreezen che si inserisce al quarto posto. Alle loro spalle, Piccini supera Tiene e guadagna il sesto posto, mentre Camponeschi si prende il secondo posto alla sesta tornata su Viganò. Quello che sembrava un normale attacco, petò, è il segno dei problemi per il pilota Tony Kart, costretto al ritiro.

Si fa vedere Jeremy Iglesias, autore di una grande rimonta, che all’ottavo giro firma il primato cronometrico, mentre alle spalle dei primi due, Jorrit Pex supera Dreezen. Il sorpasso del pilota CRG avviene nello stesso momento del ritiro di Felice Tiene, che era stabilmente nelle prime posizioni, quasi a simboleggiare la sfortuna per i colori BirelART in finale, mentre il posto del pilota napoletano viene preso da Jeremy Iglesias, che ha recuperato ben 19 posizioni dal via. In testa, però, a dare spettacolo è Flavio Camponeschi, che mette a segno il gtro record all’11. passaggio, con Jorrit Pex che completa il podio per i colori CRG superando appunto Dreezen. Ma il beklga contibnua a rimanere alle spalle dell’olandese fino al termine della gara. Piccini perde 2 posioni a 4 giri daslla fine, mentre Camponeschi guadagna a vista d’occhio su Stan Pex, ma non c’è nulla da fare. Stan Pex vince su Camponeschi e il fratello Jorrit, tallonato da Dreezen, poi a seguire Iglesias, Forè, Piccini, Leonardo Lorandi, Iacovacci e Ippolito a chiudere la top ten.