Tom Joyner torna a ruggire, sua la vittoria nella finale OK!

Tom Joyner saluta con una vittoria nella finale di Castelletto il ritorno nella OK, dopo una parentesi in KZ2. Per il pilota inglese una gara dominata quasi dall’inizio alla fine, impreziosita da diversi giri record, che hanno scandito in modo netto la sua superiorità rispetto agli avversari, primo fra tutti Clément Novalak, secondo sul podio grazie anche al ritiro di David Vidales, uscito di scena al quarto giro dopo aver conteso la leadership al compagno di squadra. L’inglese del team Tony Kart, infatti, ha conquistato il primo posgto al terzo giro, approfittando dell’errore dello spagnolo spinto fuori, probabilmente, dallo stesso Joyner, che è sotto investigazione. Dietro di loro, David Schumacher e Karol Basz danno vita a un bel duello per la quinta posiozione, con il cèco che al quinto giro si porta al quinto posto, ma due tornate più tardi deve arrendersi a Tonteri e Schumacher. Dvide Lombardo, intanto, sale all’ottavo posto, mentre Petecof esce di scena.

Al nono giro, la svolta: Joyner infila Novalak e si porta in testa alla gara, mentre Eteki e Kenneally hanno dei problemi e perdono 3 posizioni due tornate più tardi, quando Joyner fa segnare il giro record. Collet, intanto, conquista l’ottavo posto al 13 passaggio e Joyner continua a spingere; suo il giro record ancora una volta, al 14. giro. Novalak, intanto, deve vedersela con Travisanutto, che guadagna a vista d’occhio su di lui, mentre Nouet viene penalizzato. Joyner torna alla vittoria, davanti a Novalak e Travisanutto, che a sua volta si vede tallonato da Paavo Tonteri, staccato da lui di soli 79 millesimi! Seguono Basz, Schumacher, Lombardo, Collet, De Pauw e Blomqvist.