Travisanutto beffa Hauger e Pourchaire e vince la finale OK a Le Mans!

Lorenzo Travisanutto completa nel migliore dei modi la giornata in casa Zanardi, dopo la splendida doppietta in OK Junior, andando a conquistare la vittoria nella finale OK a Le Mans, dopo aver dettato legge fin dalle battute iniziali. Infatti, proprio il pilota friulano si fa beffe di Hauger e Pourchaire, scattati al primo e al secondo posto, per prendere il comando della gara a partire dal secondo giro, dopo che entrambi erano stati superati anche da Ulysse De Pauw. Hauger, nel corso del secondo giro, riesce ad avere la meglio sul belga, prendendosi il secondo posto, mentre Camponeschi sorprende tutti, rimontando 11 posizioni in due giri. Si mette in mostra anche Fin Kenneally, che si inserisce al quarto posto al quarto giro e partecipa alla lotta per il gradino più baso del podio, dove a emergere è Sami Taoufik, che conquista il terzo posto nel corso del settimo giro. Impazza anche la battaglia per le posizioni dalla quinta all’ottava, che si protrae per alcuni giri, con Noah Milell che al 16. giro conquista il quinto posto.

Ma a ravvivarsi è anche il duello per il vertice, con Hauger che attacca la leadership di Travisanutto, ma finisce a sua volta in preda a Sami Taoufik, che lo supera imitato da Kenneally. Ma sul traguardo l’inglese finisce largo e si fa beffare da Hauger, che guadagna così il terzo gradino del podio. Sfortunati Camponeschi e Pourchaire, costretti al ritiro nelle battute finali. Travisanutto dunque si impone davanti a Taoufik, Hauger, Kernneally, Milell, Basz, Mayer, De Pauw, Hodgson e Bradshaw, che chiude la top ten. La manovra del norvegese, però, viene giudicata scorretta e restituisce a Kenneally il terzo posto, a causa della penalizzazione di Hauger che lo fa scivolare al quarto.