Week end agrodolce per il Team Driver nella ROK Cup di Adria

Condizionato da temperature torride il week end del Team Driver, protagonista della prova di Adria della ROK Cup Italy, è stato più avaro di soddisfazioni del previsto. Sceso in pista in grande forza con 5 piloti divisi in 3 categorie, il team veneto di patron Devid De Luchi ha mancato l’acuto che era sicuramente negli obiettivi ante gara. Nella Mini ROK il giovanissimo pilota svizzero Nathan Fabris, al debutto nella serie Vortex, si è ben difeso conquistando la Finale B chiusa con un più che onorevole 12° piazzamento. Nella Junior ROK il team veneto schierava tre driver esperti e veloci come Mattia Ingolfo, Pietro Delli Guanti e Leonardo Fornaroli ma tutti e tre, per motivazioni diverse, non sono riusciti a cogliere il risultato che era nelle loro potenzialità. Per Ingolfo è arrivato un ottimo secondo posto in qualifica seguito dal terzo ottenuto nella batteria. Sfortunatamente per il pilota veneto in Finale arrivava solo una nona posizione a causa di qualche duello acceso in pista che lo teneva lontano dalle posizioni di vertice. Per Delli Guanti, al debutto nel team, un ottimo settimo posto dopo aver fatto segnare il secondo tempo di gruppo in qualifica e aver lottato per il podio nella batteria. Qualche difficoltà in più per Fornaroli il quale, per tutto il week end, non è riuscito a trovare il giusto feeling con il suo kart concludendo solo 22° la Finale. In categoria Senior ROK il week end del veloce Favaro era iniziato nel migliore dei modi con la pole fatta segnare in qualifica. Purtroppo per il forte pilota veneto le cose si sono complicate nella Batteria e in Finale dove, a seguito di alcuni problemi di set era costretto a chiudere rispettivamente 5° e 9°, ben distante dal sicuro e meritato podio.

Amaro in bocca dunque nel team per un week end che ha portato meno risultati del previsto ma che è comunque servita a fare esperienza in previsione della Finale Italiana della serie Vortex che si disputerà a settembre proprio sul tracciato di Adria.

Devid De Luchi: “E’ stato un week end abbastanza complesso per il caldo che ha reso più difficile del previsto la guida dei nostri piloti. Abbiamo avuto cambi di prestazioni abbastanza evidenti da una sessione all’altra e questo ha condizionato molto i nostri risultati finali soprattutto nella Junior e nella Senior. A Lonato ci rifaremo di sicuro.”

(Credits: PRS Media – Kart Advisor)