WSK Champions Cup al via: i nomi dei partecipanti

Sono state pubblicate ieri le liste dei piloti che prenderanno parte alla WSK Champions Cup per le 4 categorie interessate e, di esse, la più nutrita è la 60 Mini, con ben 92 piloti iscritti, con tanti nomi nuovi e qualche conferma. Tra questi, Michael Paparo, una delle scoperte più belle della scorsa stagione, Andrea Kimi Antonelli, fresco di ingaggio con il team ufficiale Tony Kart, Gabriele Minì, Adam Putera e Luca Giardelli, Andrea Alfio Spina, oltre a vari nomi nuovi, tra cui Brando Badoer, figlio dell’ex-collaudatore della Ferrari, che si schiera con il team Babyrace. Pochi team ufficiali schierati, tra cui Praga e BirelART.

Nella OK Junior si vedono salire di categoria diversi concorrenti provenienti dalla 60 Mini e che fanno il salto di cilindrata, tra cui Leonardo Marseglia, Mattia Michelotto (compagni di squadra), Pietro Delli Guanti, Francesco Crescente, oltre ad alcuni piloti che nella categoria si stanno mettendo in mostra, come Giuseppe Fusco; sono 60 i piloti iscritti a questa categoria, stavolta con una buona presenza dei team ufficiali, che schierano anche gli ultimi piloti arrivati nella categoria, come nel caso di Ayrton Fontecha Martinez nuovo arrivato nel team CRG.

La OK vede iscritti 44 piloti e i nomi sono assolutamente pesantissimi. Tony Kart e Kosmic si schierano al gran completo, con il Campione del mondo Pedro Hiltbrand che comanda il plotone dei “verdoni” e Karol Basz quello dei Kosmic, che si avvalgono anche della presenza del Campione del mondo OK Junior 2016 Victor Martina (che si schiera con il team privato VDK insieme a una delle sorprese del 2016 Perdana Mineng). Il team CRG, invece, schiera Matteo Nannini, mentre BirelART si affida a Caio Collet, che sale di categoria. Tom Joyner, invece, si ripresenta al via al volante di uno Zanardi in squadra con Lorenzo Travisanutto e Adam Eteki. Al via anche Fusion Motorsport, la realtà inglese che ha come nuovo team manager Jordon Lennox-Lamb, che schiera Dylan Tavella e Lorenzo Ferrari.

La KZ2 vede la metà degli iscritti della OK e uno schieramento comunque a ranghi ridotti, con pochissimi piloti che in seguito saranno impegnati nella KZ1; tra questi il primo è proprio Felice Tiene, schierato in solitaria, il secondo è Davide Forè, colonna del team Gold Kart, mentre tutti gli altri sono piloti della KZ2, a iniziare da Piccini e Viganò per il team Tony Kart, Giardelli per il team CRG, con Alexander Schmitz che ora fa parte del team CRG Holland, Bengtsson e Rasmussen per il team Kosmic. Raddoppia il team Babyrace, che oltre a Leonardo schiera anche Alessio Lorandi.