WSK Super Master Series: i partecipanti al primo round

WSKSuperMasterSeriesAl via, da oggi, il primo round della WSK Super Master Series, in programma sul circuito di Adria, che vede 254 piloti iscritti nelle 4 categorie. Dopo il vernissage della Champions Cup, ecco che i protagonisti della gara di domenica scorsa si ripresentano sul tracciato veneto, con i team che adesso si schierano al gran completo. A iniziare dalla 60 Mini, in cui, da Andrea Alfio Spina a tutti gli altri (Giardelli, Paparo, Antonelli, Bedrin, Putera e tanti altri) i protagonisti della Champions Cup sono pronti a regalare spettacolo, in una categoria dove i colpi di scena sono all’ordine del giorno.

Anche nella OK Junior, diversi sono i protagonisti pronti a scendere in pista e darsi battaglia, a iniziare dai due ragazzi terribili del team Ward Racing, Ilya Morozov e Pavel Bulantsev, che hanno dato spettacolo alla Champions Cup. Ma non ci sono solo loro: da tenere d’occhio anche l’accoppiata del team Chiesa Corse, con Marseglia e Michelotto, Kirill Smal per il team Energy, lo squadrone CRG, con Bortoleto, Mallet, Fontecha Martinez, il team Ricky Flynn, che tra gli altri schiera Jack Doohan, figlio del pluricampione della 500 Mick, il team tutto italiano BirelART, con Delli Guanti e i due fratelli Famularo, Francesca Raffaele e Giuseppe Fusco per il team Evokart.

Tony Kart si presenta con i favori del pronostico nella OK, dopo la vittoria di Pedro Hiltbrand 5 giorni fa, coadiuvato da uno squadrone con Novalak, Petecof e Vidales, pronti allo scontro con i “cugini” della Kosmic, che schierano Basz, Milell e Pourchaire. Ma i rivali non stanno certo a guardare, primo tra tutti Lorenzo Travisanutto, secondo con il suo Zanardi e “capofila” del gruppo CRG, che si schiera con Nannini, Callum Bradshaw, Hauger e Lombardo. Shvetsov e Rozenfeld, invece, corrono in difesa del team Ward Racing, mentre per il team Ricky Flynn un altro candidato alle posizioni di vertice è Sami Taoufik, senza dimenticare Kiern Jewiss.

Partecipazione nutrita anche nella KZ2, che vede il team CRG schierarsi in forze, dopo la splendida tripletta della Champions Cup, con Camponeschi e i due fratelli Pex che fanno da splendidi apripista anche a Paolo De Conto, iridato KZ1, e Simo Puhakka, anche loro candidati per un posto nelle prime file. Non solo, si è visto domenica scorsa anche un ottimo esordio nella classe a marce di Tom Joyner, che ha ridato lustro al telaio Zanardi dopo l’avvicendamento di Rick Dreezen. Il belga, che ha ben impressionato con il suo BirelART, però non ci sarà, ma la factory di Lissone si schiera con Tiene, Kremers e Dahlberg. Ci saranno anche Ptacek (che ha saltato la Champions Cup) e Iglesias per il team Formula K, Celenta e Pescador con il team Praga, l’inossidabile Forè con il suo Gold, mentre il team CPB Sport schiera Renaudin, Lundberg, Iglesias e Irlando. Non potevamo certo dimenticare il gruppo OTK, con Ardigò, Viganò e Piccini a difendere i colori del team Tony Kart, mentre Hajek sarà capofila del team Kosmic. Da scoprire l’accoppiata Iacovacci-Ippolito nel team Novalux, così come il russo Foteev. Fa parte del gruppo anche Celenta, nel team Parolin insieme ad Amendola.