WSK Super Master Series: il resoconto delle qualifiche di Adria

Qualifiche completate all’Adria Karting Raceway per il primo round della WSK Super Master Series, con tutte le 4 categorie impegnate che sono già impegnate nelle batterie. Nella 60 Mini i due gruppi sono comandati da Gabriele Mini, in pole position,. e Nikita Bedrin, primi dei due gruppi che precedono un nutrito gruppo di CRG, capitanato da Marcus Flack e Luca Giardelli, Variawa e Spina, Putera a chiudere questo gruppetto e Kenneally, Konatov e Cenedese, che chiuse la top ten.

Nella OK Junior è Pavel Bulantsev a guadagnare la pole, precedendo Gillian Henrion, leader del gruppo A. Li seguono Leonardo Marseglia e Dexter Patterson, Jack Doohan e Viktor Gustavsson, con 5 telai diversi nelle prime 6 posizioni, Civico e Morozov, Fusco e Thompson a chiudere il lotto dei primi 10.

La OK vede in testa alla classifica una doppietta Tony Kart, con Paavo Tonteri del team KSM Schumacher davanti al pilota ufficiale della factory di Prevalle Pedro Hiltbrand, che precedono il Kosmic di Victor Martins e lo Zanardi di Lorenzo Travisanutto, l’altro Kosmic ufficiale di Karol Basz e David Vidales, Ivan Shvetsov e Clément Novalak, Adam Eteki e Ulysse De Pauw, con i soli Zanardi del team Chiesa Corse in mezzo al blocco compatto dei piloti OTK. In ombra i CRG, con Callum Bradshaw primo tra questi in 12. posizione, preceduto dal Ricciardo di Rasmus Lindh, primo dei BirelART seguito da Caio Collet al 15. posto.

In KZ2 è un duello tra CRG e Sodi per le prime posizioni, con Simo Puhakka che conquista la pole position davanti a Douglas Lundberg; li seguono Stan Pex e Bas Lammers, Anthony Abbasse e Alessandro Pellizzari che si inserisce in questo duello, Jorrit Pex e Paolo De Conto, il sorprendente Matteo Zanchi davanti a Flavio Camponeschi che chiude la top ten. Il primo Tony Kart è quello di Piccini, che si piazza al 12. posto, mentre Ardigò è 18., preceduto anche da Davide Forè, mentre il primo BirelART è quello di Dahlberg, 22.- preceduto da Camplese e seguito da Hajek. 26. Tom Joyner, che continua il suo quasi apprendistato in KZ2, mentre scivola moltyo indietro Felice Tiene, in 42. posizione.