WSK Super Master Series: le prefinali del primo round di Adria

Le prefinali hanno disegnato le griglie di partenza delle finali nel primo round della WSK Super Master Series ad Adria, in dettaglio i risultati.

Nella OK la prefinale A è stata vinta senza discussioni da Lorenzo Travisanutto, leader dall’inizio alla fine, che ha saputo mettere 7 decimi di margine tra sé e Victor Martins, secondo classificato autore di una partenza non felicissima che lo aveva portato al quarto posto, dalla quale ha recuperato nel corso del primo giro. Terzo Karol Basz che riesce a beffare Dennis Hauger portandosi al terzo posto. Quinto Paavo Tonteri, ma tutti hanno approfittato dei guai di Callum Bradshaw, terzo e costretto al ritiro al quinto giro.

Nella prefinale B Ulysse De Pauw toglie nel finale la gioia della doppietta tutta Zanardi in prima fila, superando nelle ultime curve un grande Luca Lippkau, capace di scattare come un razzo al via, dove ha bruciato Clément Novalak e Ivan Shvetsov, appaiati in prima fila, con >Isac Blomqvist a chiudere la top 5.

In KZ2 Anthony Abbasse conquista la prefinale A davanti a Marco Ardigò, che ci mette un solo giro a superare Douglas Lundberg, superato nella stessa tornata anche da Douglas Lundberg, mentre al quinto posto sale un ottimo Matteo Zanchi. Nella prefinale B è Bas Lammers che riesce a conquistare la leadership battendo al terzo giro Stan Pex. Terzo è il fratello Jorrit, che all’ultima tornata agguanta il terzo gradino del podio sopravanzando Alessio Piccini. Il pilota Tony Kart, che chiude davanti al compagno di squadra Matteo Viganò, si giova della brutta partenza di Paolo De Conto, scivolato in 10. posizione alla fine della gara.

Nella OK Junior, i due alfieri del team Wart Racing, Pavel Bulantsev e Ilya Morozov, dominano a mani basse, con il primo che infligge un distacco abissale al compagno di squadra, oltre 12 secondi, mentre il secondo si è guardato le spalle da Andrea Rosso, Gillian Henrion e Jonny Edgar, che compongono un trenino che va dal secondo al quinto posto. In prefinale B Leonardo Marseglia ha riscattato una partenza non felice, che lo aveva portato dalc primo al terzo posto, recuperando la leadership nel giro di 5 tornate e staccando Jack Doohan di ben 7 secondi. L’australiano, a sua volta, ha messo 5 secondi di margine tra sé e Dexter Patterson, che complici i guai di Giuseppe Fusco guadagnano il terzo e quarto posto. Il pilota Evokart è il primo dei non qualificati per la finale. Quinto Gabriel Nord, che si mette dietro Leonardo Bizzotto.