Canet si butta via, Fenati vince in Texas! Podio per Di Giannantonio

L’Italia chiamò! 2 parole per riassumere questo Gran Premio delle Americhe dove nella terra texana di Austin le nostre freccie tricolori rispondono forte e chiaro dopo 2 gare al di sotto delle aspettative! E così è il nostro Romano Fenati che dopo la splendida prima fila del sabato riesce a far sua la vittoria negli Stati Uniti con una gara perfetta! Il pilota della Marinelli-Rivacold Honda si prende la sua seconda vittoria di carriera ad Austin dopo aver trionfato l’anno scorso con la KTM dello Sky Racing Team VR46(tra l’altro è anche l’ultima vittoria registrata da Fenati fino ad oggi).

Tradisce le attese Aron Canet: nonostante avesse un passo gara migliore della griglia, lo spagnolo non riesce a scappare via nei primi giri per una bagarre con Fenati e cade in curva 19 buttando via quella che poteva essere una probabile prima vittoria di carriera. Ad andare sul podio sono le 2 Honda del team Gresini con Jorge Martin 2° al suo terzo podio consecutivo e Fabio Di Giannantonio che anche lui è protagonista di una grande gara(nelle prime 3 gare abbiamo avuto le moto tutte Honda sui podi).

Gara che è subito segnata da una bandiera rossa al terzo giro per una caduta di Kaito Toba in curva 14. Nessuna conseguenza per il pilota giapponese che potrà ripartire, seppur cadrà anche nella “seconda gara”. Cadute nei primi giri anche per Manuel Pagliani e Bo Bendsneyder, con Tatsuki Suzuki che si aggiunge alla lista dei ritirati.

Enea Bastianini che dopo un inizio in sordina riesce nel finale a rientrare nel gruppo di testa e a mettersi in Top 5 prendendosi i suoi primi punti di stagione, grandioso battagliero anche Nicolo Bulega che si piazza 5° con la prima KTM al traguardo: 4 italiani nei primi 5! John McPhee e Joan Mir calano nel finale dopo un inizio nel gruppo di testa e finiscono in settima e ottava posizione dietro a Juanfran Guevara 6°, a chiudere la Top 10 il tedesco Phillip Oettl e il sudafricano Darryn Binder. L’Italia porta altri 2 piloti a punti con Andrea Migno 12° e Niccolò Antonelli 14°, poi Bezzecchi 17°, Arbolino 20°, Pagliani 25° e Dalla Porta 26°.

Mondiale riaperto ora, con Mir che guida sempre la testa della classifica a 58 punti, ma che vede i suoi rivali avvicinarsi con Martin a 52, McPhee a 49 e Fenati che grazie alla splendida vittoria odierna sale a 45 punti, al quarto posto nella classifica. Sale anche Fabio Di Giannantonio che grazie al suo podio guadagna 6 posizioni e si mette al 6° dietro di 1 punto ad Andrea Migno.