Fenati riparte in Moto3 con il team Marinelli

Romano Fenati è pronto a ripartire. Dopo l’appiedamento avvenuto a stagione in corso durante lo scorso campionato, il pilota marchigiano ha risolto il suo contratto con la squadra Sky VR46 e si è accasato presso il Marinelli Rivacold Snipers Team.

Il team, che ha sciolto la lunga collaborazione con Ongetta, ha simpaticamente preso il nome di “Sinpers” per onorare Giancarlo e Mirko Cecchini, impegnati da sempre nel motomondiale e da sempre attenti ai piloti italiani e non sono. Ricordiamo che proprio il team pesarese portò Andrea Dovizioso alla conquista del titolo nel 2004. Negli ultimi due anni, invece, il team ha dato una moto molto veloce a Niccolò Antoneli ed a Jules Danilo.

Adesso, per il team è giunto il momento di offrire ad un altro italiano, dal già noto talento cristallino, una possibilità: e così dalla prossima stagione Fenati tenterà di conquistare il titolo in sella a questa moto.

Per Romano questa è forse l’ultima possibilità di trionfare in Moto3, dal momento che è necessario che faccia il salto di categoria se vuole continuare la sua carriera nel motomondiale.

Subito dopo la presentazione, Fenati ha dichiarato: “Questa è una squadra con la quale sono certo mi troverò bene. L’ho capito durante i test e anche con la Honda versione 2016 mi sono trovato subito a mio agio. Quando ci sono salito, per i primi giri, devo confessare anche se mi vergogno ad ammetterlo, che è stato difficile riabituarsi alla velocità, cioè mi sono sentito come se avessi avuto mia mamma seduta a lato che mi diceva ‘vai piano’ ma poi, giro dopo giro, ho riacquistato sicurezza e ho ritrovato me stesso. Durante l’inverno ho seguito un allenamento speciale per rinforzare spalle, braccia e schiena: ho spalato tonnellate di neve. Sono di Ascoli e tra terremoti e nevicate incredibili non mi sono risparmiato; nel mio piccolo, ho cercato di aiutare chi era più in difficoltà di me”

In merito agli avversari della prossima stagione, Fenati ha dichiarato che tanti italiani potrebbero conquistare il titolo ed ha individuato i suoi principali sfidanti: “Per quanto riguarda i miei avversari di quest’anno penso che sarà una lotta tra italiani. Sicuramente Bastianini è quello più in forma ma anche Bulega e Digiannantonio sono cresciuti molto e saranno lì a lottare per vincere. Poi ci sarà il solito outsider, quello che non ti aspetti e che da fastidio. Vediamo chi sarà quest’anno”.