Prendono vita il British Talent Cup e il team Moto3 con John McPhee

Oggi a Londra è stata presentata la British Talent Cup e il Team British Talent Moto3. Questo nuovo progetto, sostenuto da DORNA permetterà ai giovani piloti del Regno Unito di mettersi in vetrina e sperare nell’approdo al motomondiale proprio con il team brittanico, che quest’anno correrà con la Honda Moto3 e come pilota John McPhee, il primo rider scozzese a vincere un gran premio nel motomondiale(avvenuto l’anno scorso a Brno). Questa nuova competizione vedrà la luce nel 2018 con una serie di appuntamenti in Gran Bretagna(nei week-end della SuperBike a Donington Park e in quello del motomondiale a Silverstone) e anche in Spagna e vedrà tutti i piloti correre con delle Honda NSF 250R. Presenti alla presentazione anche Carmelo Ezpeleta(CEO della DORNA), Jeremy McWilliams(Talent Scout del progetto) e Alberto Puig.

Sono molto entusiasta e non vedo l’ora di rappresentare il Regno Unito nel motociclismo mondiale. Ringrazio tutti per questa opportunità” dichiara McPhee, “Il progetto è davvero promettente, farò il massimo per dimostrare il mio potenziale e ringraziarli per la fiducia. Sono convinto che possiamo fare un buon lavoro. È bello tornare a lavorare con Honda, un team professionale e con cui mi trovo bene. Al momento mi sento già comodo in sella, ma continueremo i test la prossima settimana per migliorare ancora. Alberto e Jeremy mi stanno già aiutando a migliorare sia come pilota che come persona, sono davvero grato ad entrambi. Obiettivo per il 2017? Ogni pilota vuole vincere, ma siamo realistici e sappiamo che è un progetto nuovo. Dobbiamo lavorare e passo dopo passo i risultati arriveranno”.

Alberto Puig era stato il primo a prendere la parola: “Dorna ha supportato molti piloti in giro per il mondo in questi anni, per esempio in Spagna e in Asia… Ora ci concentriamo anche in Gran Bretagna, una terra di talenti, ed è nato così un campionato per i giovanissimi piloti e volto anche a supportare i piloti attuali, come McPhee. Come età, John è nel periodo giusto e penso che col tempo possa diventare un riferimento per i più giovani. Da parte nostra, vogliamo fare tutto il possibile: abbiamo un grande team che lavora intensamente e per quanto mi riguarda cercherò di dare il mio contributo ed aiutare John“. Parlando della sua nuova competizione specifica che: “Sono due le parole che si identificano in tutti questi progetti sviluppati con la collaborazione di Dorna: promozione ed aiuto. Vogliamo trovare talenti ed aiutarli, in modo da permettere loro di accedere ai campionati che poi potranno portarli nel Motomondiale.

Il boss della MotoGP Ezpeleta elogia la Gran Bretagna dicendo che: “è un posto in cui si vive una grande passione per lo sport motociclistico e il luogo perfetto dove iniziare un altro capitolo della storia delle ruote. Siamo orgogliosi di avere John McPhee come pilota della prima fase del progetto. La sua vittoria a Brno nella passata stagione è stata un grande risultato; inoltre l’esperienza di Dorna, di Alberto Puig e di Jeremy McWilliams saranno fondamentali. Tutto sta andando davvero bene”.

L’ex-pilota McWilliams invece non vede l’ora di cominciare il suo nuovo lavoro: “Prima di tutto ringrazio Dorna per il supporto al progetto. È fantastico essere parte di esso e di giocare un ruolo chiave. Sono orgoglioso di aver fatto parte della storia del nostro sport ed è un onore essere ancora importante per il motociclismo britannico. Il mio ruolo sarà quello di aiutare John ad esprimere il suo potenziale in pista, capire dove può migliorare, seguirlo al box, e aiutarlo ad allenarsi. Per quanto riguarda le aspettative, dobbiamo essere realistici: il livello è alto e noi puntiamo ad arrivare in top ten grazie anche all’esperienza di John, che però si è appena rimesso da un infortunio importante“. Sulla British Talent Cup dice che: “Si è creata una grande collaborazione tra campionati inglesi ed il Campionato del Mondo. Questo nuovo progetto sarà molto importante per scoprire nuovi talenti ed aiutarli nel loro percorso formativo. Sarà un’opportunità incredibile per i nostri giovani piloti

Questo è solo l’ultima parte del progetto della DORNA chiamata “Road to MotoGP“, nell’intento di coltivare talenti delle 2 ruote in tutto il mondo all’interno di competizione a loro dedicate, come ad esempio il CEV e la Red Bull MotoGP Rookies Cup, ma anche la Asia Talent Cup e adesso la British Talent Cup. Ci vorrebbe un progetto così anche in Italia(anche se c’è gia la VR46 Academy). Carmelo se ci senti batti le mani anche per il nostro paese!