Quarta stagione e 4 piloti(in 2 classi): Il 2017 per lo SKY Racing Team VR46

Dopo la presentazione della Forward ieri a Milano, oggi si svela un altro team che vuole puntare all’obiettivo finale nel motomondiale. Si tratta della famosa SKY Racing Team VR46, che si svela su Facebook all’inizio della sua quarta stagione nel motomondiale. Farà il debutto in Moto2 con la Kalex e punterà al titolo in Moto3 sempre con la KTM. Nella presentazione presenti anche il giornalista Sky Guido Meda e il capo-team Pablo Nieto.

I numeri del team italiano aumentano anche in piloti, visto che saranno 4 i piloti a rappresentare il team di Valentino Rossi. Nella Moto2 saranno Pecco Bagnaia e Stefano Manzi, con il primo che è molto seguito dopo un’ottima stagione con la Mahindra Moto3 in cui ha vinto 2 gare ad Assen e Sepang. Nella Moto3 invece sarà caccia al titolo per Nicolò Bulega e Andrea Migno che cercheranno entrambi sia la prima vittoria nel mondiale sia la costanza. Quelle di seguito sono le parole dei piloti che sono riuscito a strappare sulla diretta Facebook:

Pecco Bagnaia: “Passare di categoria è sicuramente un passo molto importante, perchè la Moto2 inizia ad essere una categoria molto importante, dove le moto iniziano ad essere grandi e veramente veloci. E dopo i primi giri e i primi chilometri che abbiamo fatto nei primi test sono molto contento della moto e del team, ed è molto importante perchè secondo me con un buon team poi farò molto meglio. E’ stato un finale non molto positivo, comunque l’annata è stata molto molto buona, sono stato contento dei risultati e i primi test sono andati bene. Adesso vediamo, non vedo l’ora di iniziare quest’anno. Cosa mi aspetto per le prime gare? Sicuramente non mi vedo quindicesimo, quindi secondo me possiamo iniziare subito, innanzitutto dobbiamo lavorare bene nei primi test per vedere il nostro livello e poi lavorare per stare sempre nelle prime posizioni. Sicuramente già dalla Moto3 dovevi cominciare a capire la moto, nella Moto2 in particolare ancora di più. Però sono fortunato di avere un tecnico con molta esperienza con la Moto2(il capotecnico di Alex Rins l’anno scorso) e sicuramente mi aiuterà a capire bene come funziona. Con Manzi? Alla grande.”

Stefano Manzi: “Sono contento di correre finalmente nella Moto2, anche se so che la moto è completamente diversa, tutta un’altra guida, altri pesi e anche gare più lunghe da gestire. Quindi abbiamo fatto una buona preparazione quest’inverno e adesso vediamo subito dai primi test.  Qui 1 decimo potrebbe cambiare più posizioni, in questa classe la messa a punto sarà fondamentale.”

Andrea Migno: “Purtroppo e per fortuna la palestra è come una seconda casa, perchè ci passiamo tanto tempo e li comunque c’è gran parte della preparazione non solo fisica ma anche mentale. Con Bulega mi trovo bene.”

Nicolò Bulega: “Sicuramente lo scorso anno mi è mancata l’esperienza, in alcune gare ero lì nei primi 5 e potevo vincere e poi alla fine mi sono fatto fregare. Quest’anno mi sto impegnando di più in palestra e penso che ho fatto uno step e quest’anno conosco le piste e spero di fare meglio. Sto bene con tutti i membri del team, in particolare con Bagnaia dopo che è passato alla Moto2(ride).”