Aprilia Gresini, ritorno di fiamma per Bautista

Lo spagnolo pronto al ritorno nel caso in cui Lowes fallisca l’appuntamento del Sachsenring: mese caldo per il britannico, è giunto il momento di dimostrare il proprio talento

Una stagione di cambiamento totale per l’Aprilia Racing Team Gresini, che ha rivoluzionato il box, cambiando entrambi i piloti in sella alla moto di Noale. Nell’annata passata arrivarono molte critiche da parte del vertice Piaggio, proprietario del marchio Aprilia, nei confronti di Alvaro BautistaStefan Bradl, ritenuti non all’altezza della sella della moto italiana.

Perciò, il Team Manager Aprilia, Romano Albesiano, si era riversato sul mercato piloti per trovare due figure adatte al team veneto, prelevando Aleix Espargaro dalla Suzuki come prima guida e Sam Lowes dal team Federal Oil Gresini, in Moto2. Il salto di qualità atteso dal team nei confronti del pilota britannico, non è però arrivato, mettendo a serio rischio la permanenza di Lowes nella classe regina.

Mese di fuoco per la seconda guida Aprilia, messa alla prova dai vertici del team, che si giocherà una sella in MotoGP attraverso il Gran Premio di Germania al Sachsenring. Risultati non soddisfacenti quelli di Lowes, che raggiunge ad Assen il miglior risultato in qualifica grazie alla decima casella in griglia di partenza. In gara, invece, il britannico ha ottenuto il miglior piazzamento nel Gran Premio di Francia a Le Mans, dove ha terminato la corsa in quattordicesima posizione. Questo risultato ha permesso a Lowes di ottenere due punti iridati, con i quali attualmente è terzultimo in classifica, davanti a Guintoli Tsuda.

In caso i risultati di Lowes fossero insoddisfacenti, Albesiano potrebbe pensare al ritorno di Alvaro Bautista, attualmente in forza al Pull&Bear Aspar Team, con il quale lo spagnolo ha ottenuto trentaquattro punti iridati, che gli permettono di occupare la dodicesima posizione in classifica, a soli sei punti di distanza dall’australiano Jack Miller. Situazione, perciò, da monitorare in casa Aprilia.