Il libro del Motomondiale 2017. Circuiti da scoprire. Capitolo 9: Sachsenring, Germania

Eccoci tornati alla rubrica sui circuiti del Motomondiale 2017!!

Dopo Assen è tempo per i piloti di affrontare il 9° round stagionale, quello sul tracciato più lento e tortuoso del Motomondiale: il Sachsenring, in Germania.

La pista tedesca è situata nella località di Hohenstein-Ernstthal in Sassonia ed oltre ad essere lenta e tortuosa è anche la più corta della stagione. Infatti il tracciato misura appena 3671 metri e conta di 14 curve. Andiamo insieme a scoprire le sue caratteristiche tecniche.

Partenza e traguardo non sono situati nello stesso posto lungo il rettilineo dei box. Infatti la partenza è a oltre metà del rettilineo mentre l’arrivo è poco dopo l’uscita dell’ultima curva.

Il T1 comprende 3 curve. La prima è quella in fondo al rettilineo a destra, molto insidiosa perché è in discesa ed è una delle pochissime curve del tracciato dove si possono tentare sorpassi. Da qui c’è una sequenza di due curve a sinistra (la 2 e la 3) che vengono raccordate dai piloti come un’unica curva. Alla fine della 3 finisce il T1.

Il T2 si apre con una lunga curva a destra (la 4) e prosegue con una serie di curve a sinistra abbastanza lente, tutte da raccordare e tutte in salita (la 5, la 6 e la 7). La curva 8 è in discesa ed è più rapida delle altre e porta alla fine del secondo settore.

Il T3 inizia con un brevissimo rettilineo dopo il quale ci sono una serie di curve veloci a sinistra. La prima, ovvero la 9, è più rapida, le altre due (10 ed 11) sono più lente. Dopo la 11 c’è un repentino cambio di direzione che porta alla velocissima e pericolosa curva 12 a destra in discesa dove finisce il terzo settore.

Il T4 inizia con un ripido rettilineo in discesa dopo la 12 che porta alla violenta staccata della 13 a sinistra, altro posto dove si può tentare un attacco. Poi una breve accelerazione porta all’ultima curva del tracciato, la 14 a sinistra, ultimo tentativo di sorpasso per i piloti. Infatti all’uscita di questa curva, che è ulteriormente difficile perché è in salita, c’è il traguardo.

Il mondiale è sempre più incerto in tutte le classi e il Sachsenring è l’ultima pista che affronteranno i piloti prima di un mese di vacanza. Vedremo chi sarà in vetta alle rispettive classifiche e nel frattempo godiamoci ancora una volta lo spettacolo del Motomondiale 2017!!!