Dopo il podio di Jerez continua il percorso di adattamento di Lorenzo alla Ducati

Come Valentino Rossi nel 2011 a Le Mans, anche Jorge Lorenzo ha colto il suo primo podio con la Ducati a Jerez alla quarta gara del motomondiale. In entrambi in casi fu un terzo posto dietro alle 2 Repsol Honda, ma quello dello spagnolo potrebbe essere più importante, dato che arriva in un week-end che, seppur condizionato dallo strano comportamento delle Michelin, ha riportato la Ducati al massimo delle sue potenzialità in un tracciato dove storicamente faceva fatica.

Dopo i festeggiamenti però Jorge Lorenzo e il suo team sono tornati subito al lavoro. Nella giornata di test di lunedì lo spagnolo ha provato la nuova gomma anteriore portata da Michelin e diversi assetti per confermare i progressi mostrati nelle ultime gare dalla casa di Borgo Panigale. Oggi non avevamo nuovo materiale, ma ho provato 3 o 4 assetti diversi e alcuni si sono rivelati meglio di quello che ho usato in gara. Più chilometri faccio e mi sento meglio, questo test mi ha reso più ottimista.” ha commentato il rider #99.

Su GPone.com, il rider iberico entra in dettaglio sul suo feeling con la Desmosedici GP17 e sul tema delle gomme Michelin: “Mi sento molto bene in staccata, posso dire che con la Ducati è più semplice frenare forte che con la Yamaha, ha una grande stabilità. Sono molto soddisfatto, mi diverto sempre di più. Sono ottimista, già in Argentina avevamo fatto un grande miglioramento e poi ancora ad Austin. Rispetto al Qatar è tutto un altro mondo, sento la moto più mia. Con la gomma 070 non c’è un’enorme differenza, ma va peggio di quella attuale, ha meno grip in piega. Alla fine sono stato più lento usandola. Se fosse la maggioranza a scegliere mi andrebbe bene, ma non se si cambiasse per la volontà di solo un pilota o due. A quel punto sarebbe meglio continuare con l’attuale e lavorare su un nuovo pneumatico che piaccia a tutti. Lunedì saremo al Mugello e sarà una pista importante per avere delle conferme”.