Press Conference #ArgentinaGP: Le parole dei piloti MotoGP

MV25: “Qui in Argentina cominciamo da zero. Penso che questa pista sia adatta al mio stile di guida e penso che potremmo essere competitivi. Speriamo in un week-end normale per arrivare al 100% per fare un’ottima gara. Mi sono addestrato per rimanere concentrato in ogni occasione. Quando sei al top vuoi ovviamente migliorare e voglio continuare a mantenere questo livello. Se uso il setup di Lorenzo o di Valentino? Comincio con il mio setup di base, che ha funzionato in tutti i circuiti.”

AD04: “Negli ultimi 2 anni abbiamo avuto un passo molto interessante, non abbiamo mai lottato per la vittoria ma siamo andati molto vicini. Questa pista è molto diversa e difficile per lo sporco ma abbiamo comunque cominciato bene in Qatar e sono fiducioso. Felice o  deluso? Quando arrivi a 4 decimi dalla vittoria c’è sempre un pizzico di delusione, ma sono più felice che l’opposto. Cosa penso di Lorenzo? Difficile dire come andrà questo week-end, Jorge ogni giro imparerà.  È vero che lui andava forte nelle curve veloci, ma ora per lui è tutto nuovo. Atteggiamento di Lorenzo diverso da Iannone? Bè, lui ha un approccio diverso rispetto a quello di Iannone, ma il mio obiettivo sarà di seminarlo.”

VR46: “Sono orgoglioso del fatto che sarà il mio 350° Gran Premio, ma a me non interessano tanto i numeri quanto la qualità e il numero di vittorie e podi; quelli sì che sono importanti! Cercheremo di partire in Argentina dal Qatar, visto che siamo riusciti a migliorare il feeling con la moto e a cominciare la stagione con un podio che è importante, visto che non ero lontano dai primi 2. Mi piace questa pista, il layout è interessante e molto divertente da girare con le MotoGP, dal 2014 ho fatto sempre delle buone gare, però sarà difficile capire le condizioni della pista, visto anche quelle dell’anno scorso. Alzato ancora una volta il livello? Si, ci sono 10 piloti che possono stare davanti alle libere. Se i problemi dei test sono scomparsi? Io spero di sì, ma ogni pista è diverso a sé e ogni gara è diversa: noi cercheremo di essere competitivi. Se le nuove gomme Michelin Front-Spec(più dure) mi può aiutare a risolvere i problemi? Quando io ho parlato alla Michelin mi dicevano che ero l’unico ad avere i problemi, se le hanno portate evidentemente altri piloti avranno detto la stessa cosa. Sarà interessante provare queste nuove gomme. Se ho usato un “Jolly” per i problemi ai test? Nell’arco del week-end di gara è sempre diverso rispetto ai test: in questo caso è stato un errore mio, avevo bisogno di più chilometri per capire la moto. Ora cercheremo di ricominciare dal Qatar.”

MM93: “Il risultato del Qatar non è stato il massimo per noi; non c’è male, ma è ovvio che si punta a qualcosa di più. Comunque siamo qui in Argentina e noi sappiamo che qui andavamo meglio, ma dovremmo prepararci al meglio per la gara di domenica. Cosa rende questa pista speciale? Come gli altri hanno detto qui la pista cambia molto da venerdì a domenica, per via delle condizioni dell’asfalto e dobbiamo considerare anche il meteo. Il mio approccio? Dipende anche dalla stagione comunque qui sappiamo che bisogna andare meglio rispetto al Qatar, ma non significa che di sicuro vinceremo, bisogna vedere durante il week-end per vedere il nostro pacchetto, le nostre perfomance per farci trovare pronti per la gara. Difficile se pioverà? Vedremo, è vero che abbiamo avuto problemi con l’elettronica della moto ma ci stiamo lavorando.”

AE41: “Il 6° posto del Qatar è stato un ottimo modo per cominciare la stagione e questo nuovo progetto. Venendo dai test invernali abbiamo cercato di avere più potenza soprattutto sul giro secco, ma non mi sono mai divertito quanto in Qatar quest’anno. I ragazzi hanno fatto un ottimo lavoro nella parte finale della scorsa stagione per migliorare la moto e mi ascoltano molto, quindi iniziare così dà a tutti una botta d’energia impressionante. Dobbiamo migliorare l’accelerazione soprattutto con le nuove gomme se vogliamo arrivare in Top 10.”

SR45: “I test non sono stati facilissimi, ma abbiamo lavorato tanto e nell’ultimo test abbiamo trovato una buona soluzione. Avevamo fiducia, ci sentivamo bene quando abbiamo cominciato il week-end in Qatar e questo è il modo migliore per cominciare la stagione. Ho visto che sono migliorato anche sui miei punti deboli ma voglio continuare su questa direzione in Argentina e anche per tutto il prosieguo della stagione. Se sono contento di avere la GP16 e non la GP17? In questo momento sì, stanno ancora sviluppando la nuova moto, visto anche il mio compagno Petrucci che in Qatar ha avuto diversi problemi. Se me lo chiedeste tra 3-4 gare la mia risposta potrebbe cambiare.”