Press Conference GP Spagna: Le parole dei protagonisti MotoGP

VR46: “È grandioso tornare in Europa. Non voglio dire che il vero campionato inizia qui, ma le tappe storiche del motomondiale sono qui e senz’altro c’è un’atmosfera diversa, ci sono tantissimi appassionati e quindi e sempre un gran piacere tornare qui e farlo da leader è grandioso! Vengo da 3 ottimi risultati e l’anno scorso avevo vinto, ma ogni anno è diverso. In ogni caso questa pista è fantastica ed è bello girare con la MotoGP qui. Se posso dare io la vittoria N.500 alla Yamaha? Sarà sicuramente molto dura, però ci proveremo. È sempre difficile fare un test lunedì qui, ma è importante perché proveremo delle cose nuove sulla moto e proveremo le gomme diverse. Se posso raggiungere Agostini in vittorie? È difficile non perché sono molte, ma perché non vinco mai tante gare in un singolo anno. Sono comunque contento del mio numero, l’importante è cercare di dare il massimo e fare un bel week-end. “

MV25: “Ad Austin eravamo in grado di lottare con Marquez, però abbiamo commesso un errore dalla quale impareremo. Dopo queste prime gare che ho fatto davanti ho accumulato molta esperienza e mi aiuterà a correre con i primi. Mi sento molto a mio agio sulla moto e cercheremo di sfruttarla al 100% in queste gare. Mi piace questa pista, l’anno scorso è stata difficile per me, mi mancava il grip, ma ora la mia moto ha più potenza e stiamo migliorando sia io che il mio team.”

MM93: “Le prime gare erano state buone ma prima di Austin non eravamo mai stato in grado di finire in una buona posizione. A febbraio mi ero sentito a mio agio sulla moto, il passo non era male, ma ovviamente ora arriviamo con una moto totalmente diversa, vedremo come va durante il week-end. È una bella pista, difficile, ma dipende anche dalle stagioni e dalle gomme. L’anno scorso siamo riusciti ad essere lì per tutto il week-end ma poi la domenica la temperatura era davvero alta ed è stato difficile. In Europa trovi piste più strette, alcune più corte, e a volte quando trovi un assetto base buono a Jerez funziona anche per le altre gare, per cui cercheremo di lavorare sodo in questo week-end. Sicuramente è bello vedere che i primi 3 piloti sono divisi da soli 18 punti e che siamo lì, per una vera lotta.”

CC35: “Non è stato un brutto avvio, in realtà la brutta gara è stata quella del Qatar, ma poi in Argentina mi sono sentito bene e anche in Texas che onestamente non sono stato fantastico, ma ho ottenuto risultati importanti. Credo che tornare in Europa sia perfetto per me perché così sono più vicino a casa e posso guidare su queste piste, non che no mi piaceva correre nelle prime 3 gare. Siamo andati ai test di Le Mans, le condizioni non erano fantastiche, aveva anche piovuto la notte, rendendo la pista mezza asciutta e mezza bagnata. Il circuito di Le Mans ha fatto un ottimo lavoro col nuovo asfalto, così siamo riusciti a tenere il ritmo dei test previsti e forse testeremo anche nei test di lunedì, comunque la direzione che abbiamo preso è buona e speriamo di continuare su questa strada.”

DP26: “Questo è un gran circuito per me, la pista, l’atmosfera… è da tanti anni che mi piace, sono felice di essere qui. Visto che ho fatto una buona gara ad Austin e spero che questo possa essere di slancio per questo week-end. Mi sto divertendo perché è molto piacevole quando guidi bene e quindi non vedo l’ora di cominciare. Sarà importante iniziare bene, non sapremo quali saranno le condizioni meteo domani, però cercheremo comunque di concentrarci. Se le qualifiche saranno cruciali? Si, più che in passato. Spero di poter migliorar in qualifica e ritrovare il miglior feeling per quella fase importante, dato che i tempi sul giro sono molto ravvicinati.”

JL99: “La stagione non è iniziata molto bene, le aspettative erano molto alte quando ero arrivato alla Ducati, ma avrò bisogno di tempo per ambientarmi su una moto molto difficile e ‘speciale’ come questa, però mi sto avvicinando. Dura per un pilota vincente faticare? Si, ma ho un buon atteggiamento, ho un team che mi sostiene tantissimo e mi da tutto quello che ho bisogno. Quale sarebbe un buon risultato a Jerez? Dipende, non è una buona pista per la Ducati, ma lo è per me e per il mio stile di guida, dove ho fatto belle gare e vinto varie volte in MotoGP.”