Svelata la nuova Yamaha 2017 di Rossi e Viñales per la caccia al titolo

Ci siamo, la nuova Yamaha 2017 ha fatto finalmente il suo debutto al pubblico mondiale. Nel palazzo del colosso spagnolo Telefonica a Madrid  si è svolta una presentazione in tema futuristico, come per sottolineare una nuova evoluzione per la casa di Iwata. E poi si sono tolti i veli della nuova YZR-M1 con cui quest’anno proveranno a riprendersi il trono della MotoGP con la leggenda italiana del motomondiale Valentino Rossi e il nuovo fenomeno iberico Maverick Viñales.

Da prima vista si notano che non ci sono più le alette, questo per le nuove regole tecniche che sono in vigore per il 2017. Poi anche la livrea cambia, non però come alcuni si aspettavano viste le immagini in rete mostrate poche settimane fa. Il colore principale rimane il blu, che sembra più scuro e più presente, visto che la striscia bianca che era presente in basso non c’è più. Rimane invece la striscia nera della Monster Energy. Anche nelle tute il colore dominante è il blu. Rossi mantiene nel casco lo stesso disegno usato l’anno scorso, mentre Viñales passa dai disegni del “Maverick” di Top Gun ad un look più aggressivo con i colori rosso e nero.

Queste sono le dichiarazioni di piloti e staff che sono riuscito a recuperare dalla presentazione online e che sono riuscito a tradurre in italiano:

    • VR46: “Non vedo l’ora di ricominciare! Questo è sempre un momento speciale per me, quanto il tutto ricomincia. Maverick mi ha impressionato fin da subito, andando forte fin dai test. Abbiamo un buon potenziale sulla nuova moto, sembra che vada più forte e i test di Sepang serviranno per accumulare molti più chilometri per svilupparla! Uno dei cambiamenti più significativi è l’elettronica, che sarà uguale per tutti e a libertà di sviluppo per il pilota. Decimo titolo? L’importante sarà fare sempre buone gare e lottare per la vittoria, poi per il campionato si saprà dopo. Di solito la prima gara servirà per capire a che livello sarà la nostra moto rispetto a quelle dei nostri avversari. Il gruppo è importante e soprattutto i miei meccanici/compagni sono stati fantastici nel corso di tutti questi anni.”

    • MV25: “Mi sento già in buon feeling con il nuovo team. Penso che il salto più difficile sia stato 2 anni fa dalla Moto2 alla MotoGP, dato che cambiava l’elettronica e la potenza delle moto. Sono un pilota che tende ad essere veloce e ad avere il massimo grip dalle gomme, e penso che in questo piano la Yamaha sia perfetta per il mio stile di guida. Per me Valentino è davvero incredibile, gli anni passano e gli avversari diventano forti ma lui rimane sempre li a lottare per le posizioni di primo piano. Darò il massimo come sempre e quest’anno voglio il titolo!”

    • Lin Jarvis: “Abbiamo un’ottima armonia e un ottimo feeling tra piloti e meccanici, quindi il nostro obiettivo sarà quello di vincere il campionato. Per prendere Maverick abbiamo pensato di prendere un pilota che sia capace di mantenere quasi inalterato il team e che abbia un ottima capacità di relazionarsi. Voglio ringraziare i nostri sponsor(Movistar) per i commenti gentili che fa sul nostro team. Grazie al loro lavoro di squadra permettono alla MotoGP di stare più vicino ai fan e a noi piace.”

  • Massimo Meregalli: “Sono veramente ottimistico sulla nuova moto specialmente dopo aver visto gli ultimi risultati nel finale del 2016. Onestamente mi aspettavo che Maverick potesse andare veloce fin dai primi test a Valencia, ma non certamente così veloce.”

Voi che pensate? Vi piace la nuova Yamaha YZR-M1? Pensate sia in grado di spodestare la Repsol Honda dal trono della classe regina?