Nicky Hayden è morto nel pomeriggio

Proprio questa mattina avevamo dato la notizia che era stato acquisito dalle autorità un video relativo all’incidente di Nicky Hayden che avrebbe fatto chiarezza sull’accaduto (leggi qui l’articolo).

Adesso, invece, siamo qui a darvi una notizia molto più triste e, se vogliamo, crudele: Nicky Hayden è morto oggi pomeriggio (22 maggio) all’età di 36 anni.

A comunicarlo è stata l’equipe medica che ha cercato di salvare il pilota americano dopo il brutto incidente di mercoledì.

La morte di Hayden è stata comunicata mediante un bollettino medico, che citiamo: “Il Collegio medico ha accertato il decesso del paziente Nicholas Patrick Hayden, ricoverato da mercoledì scorso 17 maggio nel reparto di Rianimazione dell’Ospedale Bufalini di Cesena a seguito del gravissimo politrauma occorso in quella stessa data”.

Per Nicky quindi, l’incidente di mercoledì scorso è risultato fatale: lo statunitense, mentre si allenava in bicicletta sulla strada provinciale Riccione-Tavoleto, è stato investito da una Peugeot 206 CC, guidata da un 30enne di Morciano di Romagna, rimasto illeso.

Dopo aver sbattuto contro cofano e parabrezza, Nicky è caduto a terra privo di sensi. Prima portato all’ospedale di Rimini e successivamente trasferito al Bufalini di Cesena, Hayden è morto questo pomeriggio.

Proprio dal Kentucky, stato di origine di Nicky “Kentucky Kid” Hayden sono arrivati il fratello Tommy, la mamma Rose e la fidanzata Jackie.

Hayden festeggia la conquista del titolo mondiale MotoGP nel 2006

La carriera di Nicky è stata brillante prima in MotoGP, dove ha conquistato il titolo mondiale nel 2006, e poi in Superbike con la Honda, dove ha conquistato il quinto posto in classifica generale nel 2016.

Nicky Hayden, in 13 stagioni disputate in MotoGP, ha preso il via a 218 GP, conquistando tre vittorie e 28 podi.

In Superbike, invece, ha conquistato solo una vittoria e tre podi.

Ciao Nicky! Ci mancherai!