Alla fine dei test in Australia è Rea davanti a Melandri e Davies, indietro le Honda

Alla fine della seconda e ultima giornata degli ultimi test precampionato di Phillip Island è Jonathan Rea che con la sua Kawasaki si riprende il primo posto con il suo 1:30.545. Un precampionato da campione in carica per l’iridato brittanico, che è stato il più veloce su ogni tracciato dove si sono disputate le prove premondiale(Jerez, Aragon e ora Phillip Island), a testimoniare una Kawasaki che teme molto la diretta rivale di Borgo Panigale ed ha portato un gran sviluppo su una moto che negli ultimi anni ha dominato il mondiale SuperBike.

Ma le Ducati sono molto vicine alla Ninja #1, con Marco Melandri che è secondo a soli 30 millesimi dal campione in carica e con Chaz Davies che è distante 3 decimi e mezzo dal miglior crono. Segnale che comunque la Panigale c’è e come dimostrato nel finale di stagione vuole lottare per il titolo e non lasciarsi scappare nessuna occasione. E ora che hanno 2 piloti che parono battagliarsi per la vittoria ci sarà da divertirsi. Chiude il duo Ducati-Kawasaki l’altro brittanico Tom Sykes, che ottiene il quarto tempo a quasi 5 decimi dal suo compagno di squadra.

Al 5° posto troviamo Xavi Fores che con la Panigale del team Barni Racing riesce a confermarsi nelle prime posizioni dopo la prima giornata di test, sesta la MV Agusta di Leon Camier, settima la Aprilia Milwaukee di un buon Lorenzo Savadori, ottavo Alex Lowes sulla Yamaha, nona la BMW di Jordi Torres e a chiudere la Top 10 la Ninja satellite di Krummenacher. Honda ancora indietro nella parte bassa della classifica, con Hayden 14° e Bradl 19°. Gli altri italiani sono De Angelis 11°, Russo 18° e Badovini fanalino di coda in ventunesima posizione.