Pagelle…senza olio di Palma – #AUSWorldSBK

Questo weekend abbiamo assistito al ritorno del mondiale Superbike con due gare molto emozionanti e un Jonathan Rea in grado di vincere ieri e oggi candidandosi a quello che sarebbe il suo terzo titolo consecutivo.

Ma andiamo con le pagelle:

Jonathan Rea 10. Come l’anno scorso, il nordirlandese sembra poter fare quello che vuole. In entrambe le gare non commette errori e lascia sfogare i suoi avversari per poi compiere il sorpasso e il forcing decisivo nel finale. Chapeau!

Chaz Davies 9. Il gallese va forte e lo ha confermato con due performance molto positive e due secondi posti a pochi centesimi da Rea. Per la vittoria può riprovarci già tra due settimane in Thailandia, ma intanto lo spirito è quello giusto.

Alex Lowes 8. Non arriva sul podio, ma rimane coi primi in entrambe le gare e compie manovre spettacolari come il doppio sorpasso su Rea e Davies alla curva 4 in Gara 1. E pensare che quando stava coi migliori l’anno scorso finiva quasi sempre per stendersi…

Marco Melandri 8. Il #33 è tornato e il podio in Gara 2 rappresenta la ciliegina sulla torta di un weekend che, a parte il ritiro in Gara 1 per quella manovra aggressiva (ma comunque non scorretta) di Lowes, può essere considerato molto positivo.

Xavi Forés 8. Veloce nei test, veloce nelle prove e veloce in gara. Con una Ducati inferiore a quelle ufficiali, lo spagnolo gioca bene le sue carte e rimane sempre coi migliori. Inizio promettente sia per lui, sia per l’ottimo Barni Racing Team.

Leon Camier 7,5. Ottima Superpole e ottima Gara 1. Gara 2 non particolarmente esaltante, ma la MV Agusta continua a crescere anche grazie al manico di questo altissimo pilota inglese.

Tom Sykes 6. Buon podio in Gara 1, ma oggi ha patito l’inversione della griglia molto più del suo compagno di squadra e dei ducatisti. Deve fare molto di più se vuole spodestare Johnny dal trono…

Honda 4. Dove sei? O come si dice in giapponese: “Ima dokoni iruno?”. Hayden e Bradl vivono un weekend difficilissimo in preda a una Fireblade ancora acerba che accusa problemi soprattutto di elettronica. Speriamo che la situazione migliori e che i due ex-Campioni del Mondo arrivino presto a lottare per le posizioni che gli competono, perché vederli così indietro fa davvero male…

Krummenacher e Puccetti Racing 8,5. Alla prima gara in SBK per entrambi, ecco un bel piazzamento nella top 10! Purtroppo Gara 2 è stata compromessa da un problema alla partenza, ma team e pilota hanno dimostrato di poter dire la loro anche nella top class. Ci faranno divertire.

Riccardo Russo e Ayrton Badovini sv. Problemi a non finire per entrambi. Come direbbe Antonello Fassari: che amarezza!

Inversione della griglia. Lascio la parola a lui…