Pagelle senza olio di Palma – #RiminiWorldSBK

A Misano il Mondiale Superbike ha vissuto il suo settimo round stagionale e si è visto davvero di tutto: Michael van der Mark in testa, Marco Melandri in trionfo, Chaz Davies e Jonathan Rea a terra insieme in Gara 1, la BMW che torna a condurre una gara dopo un secolo di digiuno, cadute causa olio in pista e bandiera rossa sventolata in ritardo in Superstock…Insomma, ne son successe di cotte e di crude.

Ecco a voi le mie pagelle senza olio di Palma e con marchio IGP del Pirelli Riviera di Rimini Round. Scusate il ritardo!

SUPERBIKE

Marco Melandri 9,5 – Il successo in Gara 2 sancisce definitivamente il ritorno del #33 e devo ammettere che vederlo conquistare la centesima vittoria italiana in Superbike dopo un anno e mezzo di stop non ha prezzo. Sarebbe 10, ma do mezzo voto in meno per la caduta di Gara 1.

Jonathan Rea 9 – Non vince e non è il solito schiacciasassi, però la grande sportività mostrata nei confronti di Davies dopo la caduta e la tempestività con cui è ripartito valgono almeno tre quarti del prezzo del biglietto. In Gara 2 strappa un secondo posto nonostante un problema di gomme.

Chaz Davies 8 – Vederlo guidare è sempre bellissimo e le sue staccate sono sempre spettacolari. Peccato per la caduta in Gara 1 (e comunque gli è andata di lusso). Speriamo di rivederlo in pista già a Laguna Seca.

Tom Sykes 7 “The Grinner” vince Gara 1 fortunosamente e non è mai particolarmente incisivo in Gara 2. Atteso a qualcosa di meglio in California.

Jordi Torres, Xavi Forés e Michael van der Mark GRAZIE – Fantastico vedere al comando piloti che non si chiamano Rea, Sykes, Davies o Melandri e non guidano Ducati o Kawasaki ufficiali! Peccato che le gomme non abbiano collaborato…

Riccardo Russo AAA Cercasi nuova squadra – Astenersi perditempo.

 

SUPERSPORT

Kenan Sofuoglu 10 – 4 vittorie in 4 gare, 100 punti e -5 da Mahias. What else?

Lucas Mahias 5 – Il pilota francese manda a farsi benedire la sua costanza di rendimento finendo a terra nel tentativo di seguire Sofuoglu. E ora il pluricampione turco è a -5…

Jules Cluzel 8,5 – “Julo” regala a Simon Buckmaster un bel secondo posto dopo una battaglia con Kenan simile a quelle viste nel 2015.

Federico Caricasulo 8 – Bentornato sul podio, Carica! Ottima performance.

Axel Bassani 9 – Nonostante le quattro gare in Moto2, Axel dimostra di saper ancora guidare una Supersport e porta a casa un buonissimo settimo posto da sostituto dell’infortunato Michael Canducci.

Hannes Soomer 7,5 – Il ragazzo di Tallinn eguaglia il suo miglior risultato stagionale (9°) ed è ancora una volta primo nell’Europeo.

 

SUPERSTOCK 1000

Marco Faccani 10 – Non vinceva dai tempi della Superstock 600 e del referendum scozzese. Perfetto il sorpasso su Rinaldi.

Michael Ruben Rinaldi 9 – Viene fregato da Faccani, ma senza la bandiera rossa avrebbe stravinto. E comunque è di nuovo primo in campionato

Federico Sandi 9 – Competitivo nelle prove e in gara, perde tutto prima per una bandiera rossa data troppo tardi e poi per un problema tecnico. Durissimo nello sfogo in diretta TV, ma non ha assolutamente torto e l’arrabbiatura ci sta.

Maximilian Scheib 8 – Il talento cileno ci prende gusto e a Misano bissa il terzo posto di Donington Park.

Toprak Razgatlioglu 5 – In gara non brilla e in campionato viene riscavalcato da Rinaldi.

Alex Schacht 7 – Il giovane pilota danese si prende un’altra top 10 dopo quella di Imola e per un ragazzo al rientro dopo due anni questo risultato è tanta roba.

 

SUPERSPORT 300

Mika Pérez 9 – Ottima performance e vittoria meritata. E ora Scott Deroue è a soli 3 punti…

Armando Pontone 10 – Ora possiamo dirlo: PONTONIX IS BACK! Il pilota di Frosinone è autore di una prova maiuscola e con questo secondo posto dimostra di essersi definitivamente ripreso dopo il difficile inizio di stagione. Avanti così!

Alfonso Coppola 9 – La squalifica dalla gara di Donington è un brutto colpo, ma “Foffy” non si lascia condizionare e a Misano ottiene un terzo posto che gli permette di limitare i danni e recuperare terreno su Deroue.

Marc García 7 – Diversamente da quanto accaduto a Imola e come tre settimane fa a Donington, il pilota catalano si gioca la vittoria fino alla fine, ma non riesce a incidere nel finale. Comunque in campionato è terzo a -10 da Deroue…e guai a sottovalutarlo!!

Angelo Licciardi 7,5 – Dopo il brutto infortunio di Assen, il nono posto ottenuto al Santamonica vale oro.

Scott Deroue 4 – L’impressione è che dopo le due vittorie di inizio stagione si sia spenta la luce…

Ana Carrasco 4,5 – A Misano viene coinvolta nella caduta di Chris Taylor, OK, ma nella SSP300 un pilota della sua esperienza dovrebbe lottare costantemente almeno per la top 5 e lei finora c’è riuscita solo ad Assen. Speriamo che la pausa estiva le faccia bene…

 

Foto: worldsbk.com