Pagelle senza olio di Palma – #USWorldSBK

Il bellissimo e storico Mazda Raceway Laguna Seca è stato teatro dell’ottavo round stagionale del Mondiale Superbike e il massimo campionato delle moto derivate dalla serie si è congedato prima della pausa estiva con due gare accomunate dalla presenza dei soliti tre inglesi sul podio, una noia mortale e Honda e Yamaha in grande difficoltà.

Chaz Davies 10 – Vince Gara 1 tre settimane dopo il brutto incidente di Misano e senza essersi allenato. Peccato per la partenza di Gara 2, ma se consideriamo le circostanze il suo weekend è stato a dir poco meraviglioso.

Jonathan Rea 9 – In Gara 1 perde il confronto con un immenso Davies, ma in Gara 2 torna a fare lo schiacciasassi e con una partenza da favola la mette in **** (indovinate la parola) a quei geni che hanno proposto l’inversione della griglia.

Marco Melandri 6,5 – La sua Ducati soffre le alte temperature dell’asfalto di Laguna Seca e conseguenti problemi di grip impediscono a “Marchino” di lottare per la vittoria. Riuscirà a tornare tra gli inglesi a Lausitzring?

Xavi Forés 9 – Il pilota spagnolo è ancora una volta il primo dei privati e i due quinti posti conquistati in California confermano il talento di questo ragazzo e la qualità del Barni Racing Team.

Leon Camier 8 – La sua MV Agusta è la moto più vecchia del lotto, ma in Gara 1 “Shafter” riesce ancora una volta a farla volare. Peccato per il problema avuto in Gara 2, ma a Schiranna possono essere comunque soddisfatti del weekend americano.

Yamaha 5 – Da venerdì a domenica Lowes e van der Mark convivono con seri problemi in ingresso curva e le due gare americane li vedono lottare ai margini della top 10. Per la casa dei tre diapason il weekend californiano è un vero e proprio parto e la speranza è che a Lausitzring la situazione migliori, perché la R1 è la terza miglior moto del campionato e lottare per il podio non è impossibile.

Honda 4 – I quindicesimi posti di Jake Gagne non fanno testo per ovvie ragioni (debutto nel Mondiale, prima volta con Ten Kate etc.), ma vedere Bradl chiudere entrambe le gare fuori dalla top 10 è una tristezza. Il Campione del Mondo Moto2 2011 dice che hanno trovato la direzione da seguire per le prossime gare, ma vediamo come andrà dopo la pausa estiva.

Gare di Laguna Seca MAH – Pochissimi sorpassi e sempre i soliti lì davanti. E ancora una volta l’inversione della griglia si rivela, per dirla alla Fantozzi, una cagata pazzesca.

Le pagelle senza olio di Palma e certificate IGP vi salutano fino alla gara di Lausitzring, in programma dal 18 al 20 agosto…O forse no? Stay tuned 😉