Superbike – Chaz Davies semplicemente spaziale in gara 2 al Motorland Aragon!

Di un altro pianeta, probabilmente marziano visto che è in sella alla rossa Ducati di Borgo Panigale. Questo è stato oggi Chaz Davies!

Dopo la grandissima prova di ieri in gara 1, dove però la sua gomma anteriore e la sua foga di tenere dietro a tutti i costi Johnny Rea lo hanno portato al penultimo giro a scivolare, il pilota inglese si è ripetuto e migliorato oggi in gara 2 vincendo meritatamente la corsa davanti proprio a Rea e al suo compagno di squadra Melandri.

Breve notizia statistica: si interrompe, finalmente, la serie di vittorie consecutive per Rea, che a onor del vero ha provato in tutti i modi a far sua anche questa gara, trovandosi davanti però un Davies in stato di grazia.

Per la cronaca Gara 2 è stata molto più avvincente a gara 1 e questo è semplicemente dovuto al fatto che con la griglia rovesciata si sono mescolate un po’ le carte. Infatti se le Kawasaki di Rea e Sykes e le ducati di Melandri e Davies hanno dovuto recuperare da dietro, le Yamaha di Alex Lowes e Michael Van Der Mark ne hanno approfittato prendendo un iniziale vantaggio rispetto al resto del gruppo.

In pochi giri però Rea è tornato sulla testa di corsa inseguito soprattutto dalle due Ducati di Melandri e Davies più che dal suo compagno di squadra Sykes, molto in difficoltà oggi.

Verso metà gara Johnny si è portato davanti a tutti e si pensava che potesse andarsene come aveva fatto negli scorsi appuntamenti. Sbagliato. Prima Melandri e poi Davies sono riusciti a superare le due Yamaha di Lowes e Van Der Mark e a portarsi sugli scarichi della verdona dell’inglese.

Davies poi ha sfruttato la staccata della prima curva per superare Melandri e qualche giro dopo alla stessa curva l’inglese della Ducati è riuscito a scavalcare anche Rea.

Negli ultimi tre giri grande battaglia tra i tre con Melandri che è riuscito per qualche curva a stare davanti al leader del mondiale, venendo poi subito scavalcato da Johnny nel primo settore della pista del Motorland Aragon.

Nell’ultimo giro, complice un errore di Davies nel primo settore, Rea si è riavvicinato portando l’attacco a Chaz il quale ha risposto immediatamente. Rea ha poi provato un ultimo disperato tentativo di sorpassare Davies alla chicane prima del lungo rettilineo di Aragon che porta verso il traguardo ma non ha avuto successo.

Grandissima vittoria perciò per Davies davanti a Rea e a Melandri. Tom Sykes ha chiuso in 4° posizione davanti a Van Der Mark, mentre Lowes che era nel gruppo di testa fino a 2/3 di gara ha chiuso solo in 13° posizione per via di un dritto alla curva 14!

Nella classifica del mondiale cambia ben poco, con Rea che mantiene saldamente il comando a quota 145 punti davanti a Davies con 95 e a Sykes con 91 punti. Seguono Melandri a 81 e Lowes a 65.

Prossimo round ad Assen tra il 28 e il 30 aprile. Nel frattempo eccovi la classifica dell’arrivo odierno in gara 2:

Results