Superbike – In Gara 1 vince ancora Johnny Rea!

E sono cinque, la “manita” è servita. Jonathan Rea è semplicemente un cannibale e fa sua anche gara 1 al Motorland Aragon, incamerando così altri 25 punti che lo distanziano sempre più dai suoi avversari in classifica generale.

Se però nelle precedenti quattro gare Johnny aveva avuto una facilità disarmante nell’ottenere la vittoria, non si può dire lo stesso oggi. Chaz Davies ha fatto di tutto per soffiargli la prima posizione, standogli sempre davanti fin dalla partenza e sorpassandolo ogni volta che veniva attaccato dall’inglese della Kawasaki.

Questo duello ricordava tanto quello del 2008 in MotoGP tra Rossi e Stoner a Laguna Seca e come sul circuito americano anche oggi è stata la Ducati ad avere la peggio. Infatti alla staccata del lungo rettilineo al penultimo giro Davies ha perso la gomma davanti finendo in terra e dando via libera al connazionale che ha tagliato il traguardo in perfetta solitudine.

Chi ci ha guadagnato dalla caduta di Davies è stato il suo compagno di squadra Marco Melandri, che ha chiuso in seconda posizione davanti all’altro alfiere Kawasaki Tom Sykes.

Ottimo quarto posto per Alex Lowes in sella alla Yamaha, che con un ottimo passo gara ha recuperato dalla 12° casella fino ai piedi del podio. Alle sue spalle è arrivato il suo compagno di squadra Van Der Mark, che ha preceduto Torres e Mercado.

A chiudere la top ten troviamo l’aprilia di Laverty e le due Honda di Bradl e Hayden.

A punti sono andati anche Julian Simon, che in questo appuntamento sostituisce l’infortunato Savadori, e il sammarinese De Angelis, mentre Russo è stato l’unico pilota a non entrare in zona punti.

Oltre a Chaz Davies scivolato come detto al penultimo giro, non hanno tagliato il traguardo Forés, scivolato alla curva 1, Ramos e Badovini.

Qui di seguito la classifica di Gara 1 al Motorland Aragon:

Results

Vedremo se domani in gara 2 si rimescoleranno le carte visto l’inversione della griglia di partenza.

Griglia di partenza che, secondo le nuove regole di quest’anno, vedrà scattare al palo Lowes davanti a Van Der Mark e Torres. In seconda fila troveremo Mercado, Laverty e Bradl e in terza fila Sykes, Melandri e Rea. Solo 10° vista la caduta Davies, che dovrà fare una bella partenza se vorrà ancora tenere a freno Rea, il quale certamente vorrà chiudere il primo set senza perdere un solo game.