TCR – E’ doppietta Seat in Gara 2 in Georgia!

Lo spagnolo Pepe Oriola ha vinto gara 2 del primo round della TCR International Series, che si è disputato in Georgia.

Il pilota del team Lukoil Craft-Bamboo ha guidato una bellissima doppietta, precedendo il compagno di team Hugo Valente. Questa doppietta non elimina l’ottimo risultato di Gara 1, dove a trionfare è stato Davit Kajaia al volante dell’Alfa Romeo Giulietta, che però si è classificato ottavo ed ha comunque guadagnato qualche punticino.

Completa il podio Attila Tassi, ottimo terzo con la sua Honda Civic TCR, che però è stata leggermente inferiore alle due Seat Leon. Quarta posizione per Jean-Karl Vernay, bravo con la Volkswagen Golf GTi TCR del team Leopard Racing.

A trionfare per la serrata battaglia per il quinto posto è stato Dušan Borković con l’Alfa Romeo Giulietta del team GE-Force, con il serbo che ha dimostrato di sapersi difendere alla grande, resistendo continuamente alle pressioni di Ferenc Ficza (Zele Racing) e James Nash (Craft Bamboo) al volante di due Seat Leon TCR, e dalla Honda di Roberto Colciago (M1RA). Proprio Colgiago è riuscito a classificarsi in sesta posizione grazie al suo opportunismo, sfruttando il momento giusto per superare sia Ficza che Nash.

Nona posizione e zona punti per il nostro Gianni Morbidelli, al volante di una Volkswagen Golf GTi TCR, che ha preceduto Pierre-Yves Corthals, il quale regala il primo punto alla Opel Astra TCR della DG Sport Compétition.

Fuori dai giochi dopo appena qualche giro il campione in carica Stefano Comini, rimasto vittima di uno “screzio” messo in atto da Vernay: al termine di Gara 1, lo svizzero ha accusato Vernay di averlo colpito un paio di volte e poi di avegli frenato improvvisamente davanti. Purtroppo, l’inevitabile contatto tra i due ha causato la rottura del radiatore dell’Audi RS3 LMS TCR di Comini, che non è stato riparato per permettergli di fare anche la seconda manche ad alti livelli.

Fuori anche Giacomo Altoè, che scattava dalla pole position grazie alla griglia invertita. Purtroppo, dopo essere andato fuori pista, è stato costretto al ritiro.