La Gara 1 della TCR a Monza va a Colciago

Roberto Colciago ha vinto Gara 1 della TCR a Monza, dimostrando una volta in più di essere davvero un ottimo pilota. La sua gara è iniziata con uno splendido sorpasso ai danni del poleman Vervisch che, dopo aver subito il sorpasso di Colciago è stato sopravanzato anche da Tassi. I due piloti della Honda quindi, sono volati indisturbati verso la bandiera a scacchi, regalando alla casa nipponica una fantastica doppietta.

Colciago però non ha avuto vita facile, visto che il compagno Tassi lo seguito praticamente come un’ombra per quasi tutta la gara, fin quando non ha tentato l’attacco per la conquista della leadership. Ma proprio durante l’attacco, ha commesso un errore alla seconda di Lesmo, perdendo tempo e venendo sopravanzato da Oriola. L’ungherese però non si è dato per vinto e, pur in maniera ruvida, ha risorpassato lo spagnolo riprendendo il secondo posto. Oriola ha così terminato terzo.

Anche Oriola ha dimostrato di essere davvero un gran pilota visto che, nonostante tutti i contrattempi della giornata è riuscito a salire sul podio: in partenza è stato tamponato e, a sua volta, ha spinto fuori Homola e poi, nel sorpasso subito da Tassi, ha subito un colpo all’ammortizzatore.

Come sempre, si sono viste tante toccate e tanti sorpassi, con i commissari che ancora stanno verificando telemetrie e classifiche.

Al traguardo però, Vernay ha tagliato il traguardo in quarta posizione, Ficza in quinta, Vervisch in sesta, Valente in settima e Hamola in ottava. Su Vernay c’è da dire che il francese ha condotto una gara molto conservativa, prestando attenzione a non commettere nessun errore per portare a casa un buon risultato. Peccato per Vervisch che, dopo aver sprecato la partenza dalla prima posizione, si è visto tamponato da Kajaia ed ha dovuto dire addio ad ogni velleità di vittoria.

Nono Stefano Comini. Anche per lui un incidente in partenza e una visita forzata nelle vie di fuga. Ripresosi ha provato a rimontare e si è prodotto in bei duelli che alla fine hanno portato due punti. Decimo posto per Dusan Borkovic protagonista di tantissimi duelli e per i quali è sotto investigazione assieme a Nash e Morbidelli. Peccato per il nostro Altoè, che è stato costretto al ritiro.